Programma maggio 2022
Università Popolare “Aldo Vallone” Anno accademico 2021-2022 Programma di Maggio 2022 Mercoledì 4 maggio, ore 18:30, Sala Convegni dell’ex Monastero delle Clarisse: dott. Massimo Graziuso,... Leggi tutto...
Convocazione Assemblea dei Soci 22 aprile 2022
Convocazione Assemblea dei Soci   L’Assemblea dei Soci è convocata nella Sala Convegni dell’ex Monastero delle Clarisse venerdì 22 aprile alle ore 16,00 in prima convocazione e 17,00 in... Leggi tutto...
Programma Aprile 2022
Università Popolare “Aldo Vallone” Anno accademico 2021-2022 Programma di Aprile 2022 ●       Venerdì 1 aprile, ore 17:00, Officine di Placetelling - L’Università del Salento... Leggi tutto...
Immagine
Inaugurazione Anno accademico 2021-2022
Venerdì 22 ottobre alle ore 18:00, nell’ex Convento delle Clarisse in piazza Galluccio, avrà luogo l’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università Popolare “Aldo Vallone”:... Leggi tutto...
A rivederci. In presenza, Forse anche a distanza. Ma sempre attivi. E comunque uniti.
Il nostro Anno Accademico è finito, come sempre, con l'arrivo dell'estate, anche se il contemporaneo "sbiancamento" della nostra Regione e la possibilità, finalmente, di organizzare incontri in... Leggi tutto...
Home
Lezione di Antonio Monte: Che cos'è l'Archeologia industriale PDF Stampa E-mail
Lezioni di Archeologia
Lunedì 15 Novembre 2010 23:02

Lezione di lunedì 15 novembre 2010

 

Dim lights Download


Lezione di Maria Rosaria Cafaro: La controriforma del Diritto del lavoro PDF Stampa E-mail
Lezioni a.a. 2010/11
Mercoledì 10 Novembre 2010 22:31

Lezione di mercoledì 10 novembre 2010

Dim lights Download


Lezione di Antonio Lucio Giannone: Vittorio Bodini fra Sud e Europa PDF Stampa E-mail
Poeti e prosatori italiani del Novecento
Lunedì 08 Novembre 2010 22:24

Lezione di lunedì 8 novembre 2010

 

La lezione rientra nell'ambito della Rassegna "Ottobre Piovono Libri", in collaborazione con la Biblioteca Comunale "Pietro Siciliani".

 

Dim lights Download


Antonio Prete: La lettera, il cielo: fisica e poetica del libro (Copertino, 29 ottobre 2010) PDF Stampa E-mail
Video vari (2010/14)
Domenica 07 Novembre 2010 17:36

Castello di Copertino, 29 ottobre 2010: Lectio magistralis letta a conclusione delle due Giornate di studio per Antonio Prete: Pensiero Poetante e Figure della Lontananza.

 

Dim lights Download


Lezione di Antonio Prete: Les fleurs du mal di Charles Baudelaire: traduzione e interpretazione PDF Stampa E-mail
Lezioni a.a. 2010/11
Domenica 07 Novembre 2010 17:13

Galatina, 26 ottobre 2010: inaugurazione dell'a.a. 2010/2011

 

Dim lights Download


Manovra fiscale. Perché il Sud paga i costi più alti PDF Stampa E-mail
Economia
Domenica 07 Novembre 2010 08:25

[da popoliecostituzioni.blogspot.com]

 

 

La manovra finanziaria predisposta dal Ministero dell’Economia comporterà minori spese per un ammontare complessivo di circa 24 miliardi di euro, accentuando una linea di rigore finanziario che i Governi italiani degli ultimi decenni, con intensità variabile, hanno tenacemente perseguito, l’obiettivo di portare il rapporto deficit/PIL dall’attuale 5% al 2.7% nel 2012. Si badi che il rigore finanziario non è affatto un bene in sé, e tantomeno un male necessario, come viene diffusamente sostenuto. La linea del rigore finanziario non è altro che una linea che si usa definire di “lacrime e sangue”, ovvero di sacrifici – in termini di minori servizi pubblici e/o maggiore imposizione fiscale – che vengono chiesti ai cittadini e, in particolare, ai percettori di redditi più bassi, ai lavoratori dipendenti, ai pensionati. E’ opportuno premettere che questa manovra è sostanzialmente imposta dall’Unione europea ed è pensata, in quella sede, per scongiurare possibili effetti di contagio sull’economia italiana della crisi greca.

Leggi tutto...

La lettera, il cielo: fisica e poetica del libro PDF Stampa E-mail
Letteratura
Venerdì 05 Novembre 2010 08:24

[Lectio magistralis letta nel Castello di Copertino il 29 ottobre 2010, a conclusione delle due Giornate di studio per Antonio Prete. Pensiero Poetante e Figure della Lontananza]

In memoria di Edmond Jabès

 

Ce monde-ci: dictionnaire hiéroglyphique (Baudelaire)

 

 

Al libro, ai suoi fogli, alla sua scrittura, è consegnata la storia dell’uomo sulla terra: ferite e desideri, invenzioni e passaggi di stagioni e di epoche, memorie e utopie. Ma prima del libro c’è la scrittura: la pietra e poi il papiro raccolgono il passaggio dalla voce che narra o canta o prega alla lettera che, incisa o scritta, si fissa, cercando così di contraddire o almeno mitigare il tempo fuggitivo, cercando di preservare per altri sguardi, per altre generazioni, la memoria di quel che è accaduto. Sulla pietra, con lettere di fuoco,  è incisa la legge  del Dio che non ha nome né voce né figura, del Dio che solo un gruppo di lettere impronunciabili può designare come Jawhé. Il cammino del popolo ebraico muove da quelle pietre –le Tavole della Legge- e si svolge nel Libro. In quel Libro  che modula in mille variazioni la presenza dell’ Assente, e ripete la parola di Colui che è prima della parola.

Leggi tutto...

Racconto e riflessione in Antonio Prete narratore PDF Stampa E-mail
Critica letteraria
Lunedì 01 Novembre 2010 10:43


[Relazione letta il 28 ottobre 2010, durante le Giornate di studio per Antonio Prete: Pensiero Poetante e Figure della Lontananza, presso la Sala Conferenze del Rettorato dell'Università del Salento]

 

Il compito è difficile: portare nella dolcezza del sogno la concretezza del visibile, nella vaghezza dell’illusione la verità del ricordo.

Antonio Prete, Trattato della lontananza, infra, p. 148.

 

Premessa

Il presente studio non ha la pretesa di tracciare un ritratto completo della multiforme attività letteraria di Antonio Prete, che, come si sa, si ramifica in più direzioni, verso la teoria e la prassi della traduzione da una parte, e dall’altra verso la teoria e la prassi della critica letteraria; da ultimo poi (Menhir, Donzelli, Roma 2007), tutti noi abbiamo conosciuto un altro ramo dell’opera di Prete, non più solo commentatore e direi ascoltatore dei poeti, bensì poeta in proprio e di grande originalità. Altri meglio di me parlerà di tutti questi aspetti della sua opera, poiché essi meritano ognuno uno speciale approfondimento. Capisco benissimo che qualsiasi discorso critico su Prete, per aspirare ad essere sufficientemente esaustivo, non dovrebbe limitarsi ad un solo campo di attività, il che comporterebbe inevitabilmente la frantumazione della descrizione e finirebbe col fornire un’immagine parziale dell’autore. Ma “dominare tutto Prete” con un solo colpo d’occhio critico non è cosa facile, ed allora si sarà scusati se si fermerà il campo d’indagine ad un solo aspetto della sua produzione. Dal canto mio, dichiaro subito i limiti di questo scritto, nel quale prendo in considerazione solo le narrazioni, da Chirografie (1984) fino all’ultimo L’ordine animale della cose (2008), passando per le Saracinesche di Harlem (1989), L’Imperfezione della Luna (2000), Trenta gradi all’ombra (2004) e Un anno a Soyumba (2008); e i testi nei quali la riflessione sulla letteratura si dispiega in modo completo, accompagnando direi quasi con un assiduo commento le narrazioni: parlo di Prosodia della natura (1993) e del Trattato della lontananza (2008). Toccherò solo incidentalmente gli altri aspetti summenzionati dell’opera di Prete, così come in modo cursorio avrò modo di citare gli altri suoi libri.

Leggi tutto...

GIOVANNI PASCOLI E GIROLAMO VITELLI PDF Stampa E-mail
Critica letteraria
Domenica 31 Ottobre 2010 07:29

 

E’ noto che Giovanni Pascoli, accogliendo la lezione carducciana della metrica “barbara”, adottò un metodo diverso da quello del maestro. Mentre questi trasferì i ritmi classici nei versi della tradizione italiana, si propose di riprodurre le esatte cadenze dei versi greci e latini. L’adozione di questo metodo è documentabile sin dal Volgarizzamento del principio della Batracomiomachia, presentato al Carducci come terzo lavoro per la scuola di Magistero nell’anno scolastico 1880-81. Nel Proemio che accompagnava la traduzione egli dava alcune indicazioni precise...

 

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Giovanni Pascoli e Girolamo Vitelli.pdf)Giovanni Pascoli e Girolamo Vitelli.pdfGiovanni Pascoli e Girolamo Vitelli190 Kb
Leggi tutto...

Carlo Levi e la democrazia dei «Don Luigini» PDF Stampa E-mail
Critica letteraria
Domenica 24 Ottobre 2010 07:32

[dal Forum di Popoli e Costituzioni: http://www.popoliecostituzioni.it, pubblicato il 4 marzo 2010]

 

«Un’opera come quella del Levi può agevolare la comprensione della Questione meridionale assai più della teorizzazione politica». Il giudizio con cui Guido Dorso presenta Cristo si è fermato a Eboli costituisce la migliore premessa per inquadrare il pensiero di un autore, per il quale la poesia è sempre stata “invenzione della verità”. Tutta la scrittura di Levi racchiude un insieme complesso e maturo di “teorizzazioni politiche”. Nel caso del Cristo, l’originalità dell’autore è da rintracciare, secondo Dorso, nella qualificazione della questione meridionale come «conseguenza di un fenomeno ancora più radicale, di un fenomeno istituzionale, che è alla base del complesso di inferiorità del Mezzogiorno: l’insufficienza civile e politica della classe dirigente meridionale, e l’incapacità del popolo di rinnovarla». Ma non è solo il“classico” del medico-pittore a costituire un manifesto intellettuale per l’antifascismo repubblicano italiano.

Leggi tutto...

<< Inizio < Prec. 251 252 253 254 255 256 257 258 Succ. > Fine >>

Pagina 255 di 258
Torna su