Programma di Novembre
UNIVERSITA' POPOLARE ALDO VALLONE GALATINA Martedì 5 Novembre, ore 17,45 sala Contaldo : cineforum Belle. La ragazza del dipinto, a cura di Roberta Lisi   Giovedì 7 novembre, ore 17, Lecce,... Leggi tutto...
Si ricomincia...
Dopo la pausa estiva, interrotta dall'Open Day che come sempre ci ha permesso di incontrarci e presentare le nostre attività ad amici e soci vecchi e nuovi, il nostro anno accademico 2019-20 ha... Leggi tutto...
Programma aggiornato di marzo e ordine del giorno della prossima assemblea
A causa dell'assenza di soci e membri del Consiglio Direttivo nella data precedentemente indicata, l'Assemblea dei soci programmata per il 1° marzo è stata rimandata a giovedì 7 marzo alle ore 18,... Leggi tutto...
"La signora dello zoo di Varsavia" al cineforum dell'Università Popolare
La scelta di riservare il primo lunedì di ogni mese al nostro cineforum ci permette di cominciare il 2019 con La signora dello zoo di Varsavia: la scelta di Roberta Lisi, alla quale dobbiamo il... Leggi tutto...
Programma gennaio 2019
Dopo le festività natalizie, le attività dell'Università Popolare riprenderanno lunedì 7 gennaio, col consueto appuntamento col cineforum curato da Roberta Lisi, come sempre programmato per il... Leggi tutto...
Stagione teatrale a Lecce
In allegato il programma della stagione teatrale del Comune di Lecce (teatri... Leggi tutto...
Stagione teatrale a Cavallino
  CITTA' DI CAVALLINO - TEATRO "IL DUCALE" Stagione teatrale 9 Dicembre 2017 -... Leggi tutto...
Finalmente online!
1° Settembre 2010 nasce il sito dell' "Università Popolare Aldo Vallone... Leggi tutto...
Home Universitaria Universitaria La memoria epigrafica per Oronzo Parlangeli dell’Università del Salento
La memoria epigrafica per Oronzo Parlangeli dell’Università del Salento PDF Stampa E-mail
Universitaria
Scritto da Valentino De Luca   
Giovedì 29 Dicembre 2016 10:24

[in «Presenza taurisanese», dicembre 2016]

 

È di questi giorni la notizia del trasferimento delle biblioteche e degli studi interdipartimentali dell’Università del Salento dalla sede intitolata a Oronzo Parlangeli. Tutto il palazzo sarà dismesso e le attività universitarie, lì presenti dal 1978, riprenderanno nelle nuove strutture, appena ultimate, del già esistente complesso “Studium 2000”.

Fin qui la notizia, la quale rimanda subito alla titolazione dell’edificio, titolazione che rischia di venire a cessare con il cessare della funzione dell’edificio stesso.

Il plesso universitario dal 1978 infatti reca la denominazione che lo lega alla memoria del professore universitario Oronzo Parlangeli glottologo e storico della grammatica e della lingua italiana docente anche nell’Ateneo salentino.

Una lapide ha documentato e ricordato per lunghi decenni a studenti, docenti cittadini tale intitolazione onomastica fino alla sua improvvisa rimozione risalente ai primi anni ’90 del secolo scorso, in coincidenza con una delle tante ristrutturazioni funzionali degli ambienti del piano terra dell’edificio.

Nel 2009, nella ricorrenza del 40° della morte dell’esimio studioso salentino, avevo pubblicamente sollecitato una nuova collocazione della lapide che nel frattempo avevo intenzionalmente cercata e fotografata tra le masserizie in disuso depositate in permanenza nello scantinato della scala C del palazzo: non era più tollerabile che quella memoria storica giacesse accantonata e sottratta alla vista, al ricordo e alla sua stessa fruizione evocativa e celebrativa.

Durante la presentazione a Novoli del volume miscellaneo per il 40°, Neoprotimesis. Studi in memoria di Oronzo Parlangeli avevo preso la parola per invitare il Sindaco, allora in carica, a richiedere il coinvolgimento dell’Università per il ripristino dell’importante ricordo dell’illustre studioso cittadino di Novoli. Non mi risulta che vi siano stati successivamente interventi al riguardo, ma neppure fu registrata alcuna manifestazione di interesse da parte dei docenti universitari allora presenti numerosi durante quella iniziativa pubblica di commemorazione.

Infine, pochi giorni fa, ho ripreso ancora l’argomento intervenendo durante la presentazione della pubblicazione Le lingue del Salento (volume n. 19 – 2015) del periodico «L’Idomeneo», curato da Antonio Romano edita dal Dipartimento di Beni culturali dell’Università del Salento.

Ho nuovamente sollecitato un urgente interessamento dell’Università e del suo Senato Accademico al fine di ripristinare dopo tanti anni quella lapide della quale molti, forse, hanno perduto anche la memoria. Fortunatamente la lastra di marmo è ancora lì, in un sottoscala deposito, dove la avevo fotografata nel 2007: quasi dieci anni di accantonamento e “giacenza” silenziosa, in sostanza una “messa da parte”, inspiegabile.

E allora?

In verità forse qualcosa potrebbe accadere e il puntuale impegno, al riguardo, di una docente presente al mio intervento mi fa ben sperare sul recupero, la salvaguardia e la tutela dell’epigrafe in un luogo dignitoso e adeguato, per meglio evidenziare e tramandare la memoria del professore Oronzo Parlangeli (Novoli, 10 marzo 1923 – Magliano Sabino, 1 ottobre 1969).

Inoltre, è auspicabile che alla lapide originaria venga associata e collocata in prossimità una piccola epigrafe esplicativa allo scopo da un lato di ricontestualizzare e giustificare la nuova posizione e dall’altro conservare la memoria storica della sua posizione originaria.

Testo dell’epigrafe e ulteriori informazioni reperite:

 

Testo

L’Ateneo Salentino | nel decimo anniversario | della tragica scomparsa | ricorda | l’illuminato magistero | il fervido ingegno | l’alto contributo scientifico | alla conoscenza dei | dialetti salentini e | della civiltà messapica di | Oronzo Parlangeli | Novoli 10 3 1923 Magliano Sabino 1 10 1968 | glottologo e storico della grammatica e | della lingua italiana | nelle università di | Messina Bari e Lecce | promotore instancabile della carta dei | dialetti italiani. | C. D. Fonseca

Annotazioni

La lastra di marmo grigio con caratteri incisi di colore nero fu svelata con una cerimonia mercoledì 28 marzo 1979; il testo fu dettato dal prof. Cosimo Damiano Fonseca (Massafra, 21 febbraio 1932), il quale promosse l’iniziativa e indicò la collocazione dell’epigrafe. La commemorazione ufficiale fu tenuta dal prof. Vittore Pisani (Roma, 23 febbraio 1899 – Como, 22 dicembre 1990); presenti il Rettore prof. Saverio Mongelli (Bari, 25 settembre 1934) e i proff. Mario Marti (Cutrofiano, 17 maggio 1914 – Lecce, 4 febbraio 2015), Donato Valli (Tricase, 24 febbraio 1931) e Giovan Battista Mancarella (Sava, 15 luglio 1931).

Errato, nel testo della lapide, l’anno della morte.

Bibliografia

  1. Donato Palazzo, Oronzo Parlangeli. Necrologio, in «Archivio storico pugliese», 1969.
  2. Note di civiltà medievale, Numero speciale per l’inaugurazione del nuovo edificio universitario “Oronzo Parlangeli”, Bari, Ecumenica editrice, 1979.
    Contiene il testo corretto della lapide commemorativa e il breve ricordo nell’intervento tenuto il giorno dell’inaugurazione dal Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia prof. Cosimo Damiano Fonseca.
  3. Oggi l’Università ricorda Parlangeli, in «La gazzetta del Mezzogiorno», 28 marzo 1979.
    Nel testo: «[…] nel decimo anniversario della scomparsa […] per iniziativa dell’università sarà scoperta una lapide nell’aula delle conferenze del palazzo ex Iacp in via Monte Pasubio, che da qualche mese è a lui intitolato».
  4. Ilio Palmariggi, Domani a Novoli commemorato Oronzo Parlagèli, in «La gazzetta del Mezzogiorno», 30 settembre 1989.
    Nell’occhiello: A 20 anni dalla morte.
    Nel testo “L’Università gli ha già dedicato la sede delle attività didattiche”.
  5. Dino Levante, Oronzo Parlangeli a quarant’anni dalla morte: un album di ricordi tra cronaca e storia, in Neoprotimesis, Studi in memoria di Oronzo Parlangeli a 40 anni dalla scomparsa (1969-2009), a cura di Mario Spedicato, Galatina, EdiPan, 2010.
    Nel testo riscontri sulla cerimonia e sull’epigrafe.

Torna su