Anticipo orario conferenza di venerdì 23 marzo
Come anticipato a voce ieri, in occasione della emozionante performance poetica organizzata dal nostro Laboratorio di poesia, la conferenza di venerdì 23 marzo della prof.sa Alberta Giani... Leggi tutto...
Per ricordare meglio la nostra visita a Cavallino
Uno dei momenti più emozionanti della nostra gita culturale a Cavallino, domenica scorsa, è stata la lettura  di un breve estratto dalle memorie del duca Sigismondo Castromediano (Carceri e... Leggi tutto...
Claudia Megha racconta la nostra gita culturale a Cavallino.
Nel pubblicare le impressioni di una partecipante alla gita, che ringraziamo vivamente per la sua efficace e tempestiva testimonianza, alleghiamo alcune foto, dovute anche queste a Claudia Megha e... Leggi tutto...
Programma febbraio 2018
Ecco il programma delle nostre attività di febbraio, caratterizzato da uno spettacolo di burattini che ci aiuti a cogliere meglio lo spirito carnevalesco, magari attirando un pubblico di bambini in... Leggi tutto...
Un incontro proficuo e uno spostamento (eccezionale) di sede
È stato un incontro molto proficuo, quello che ha inaugurato i nostri incontri nel 2018 in una cornice nuova e per certi versi sorprendente (piacevolmente sorprendente!) come la nuova sede del... Leggi tutto...
Stagione teatrale a Lecce
In allegato il programma della stagione teatrale del Comune di Lecce (teatri... Leggi tutto...
Stagione teatrale a Cavallino
  CITTA' DI CAVALLINO - TEATRO "IL DUCALE" Stagione teatrale 9 Dicembre 2017 -... Leggi tutto...
Finalmente online!
1° Settembre 2010 nasce il sito dell' "Università Popolare Aldo Vallone... Leggi tutto...
Home
Assemblea Straordinaria PDF Stampa E-mail
Scritto da Beatrice Stasi   
Mercoledì 22 Agosto 2018 21:32

Convocazione Assemblea straordinaria dei Soci

L’Assemblea straordinaria dei Soci è convocata nella Sala Contaldo del Palazzo della Cultura per lunedì 3 settembre alle ore 17,30 in unica convocazione col seguente ordine del giorno:

 

1)      Approvazione verbale dell’Assemblea precedente.

2)      Comunicazioni della Presidente.

3)      Approvazione del Regolamento dell’Associazione.

4)      Approvazione del bilancio dell’a.a. 2017-18.

5)      Varie ed eventuali.

 

 

Poiché il Regolamento in approvazione è da considerarsi parte integrante del nostro Statuto, tale Assemblea è da considerarsi straordinaria, sulla base dell’articolo 7 dello Statuto stesso, che recita: «L’Assemblea straordinaria per la modifica statutaria prevede, sia in prima che in seconda convocazione, la presenza della metà più uno dei soci aventi diritto (presenti di persona o per delega) e il voto favorevole dei due terzi dei presenti». Per questo motivo, si raccomanda caldamente a tutti i soci la presenza o, in caso di assoluta impossibilità, il ricorso alla delega, previsto dallo stesso art. 7 dello Statuto col limite di 2 deleghe per ogni socio. Per consentire a tutti i soci di partecipare in maniera informata e meditata alla discussione e all’approvazione del Regolamento, la bozza dello stesso Regolamento stilata e approvata dal Consiglio Direttivo in data 21 agosto è pubblicata sul sito dell’Associazione (www.unigalatina.it) contestualmente alla presente convocazione. Chi volesse suggerire modifiche o integrazioni può anticiparle per posta elettronica scrivendo all’indirizzo dell’Associazione: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 

BOZZA DEL REGOLAMENTO IN APPROVAZIONE

Articolo 1 – Premessa

Questo Regolamento interno è parte integrante dello Statuto dell’Associazione Culturale Università Popolare “Aldo Vallone” Galatina. I soci che aderiscono a qualunque titolo all’Associazione stessa lo condividono pienamente e senza riserve. Il presente Regolamento è approvato dall’Assemblea dei soci su proposta deliberata dal Consiglio Direttivo. Eventuali modifiche devono essere approvate dall’Assemblea dei soci in seduta straordinaria e solo se poste all’ordine del giorno.

Articolo 2 – Scopi

L’Associazione persegue gli scopi statutari attraverso l’azione diretta e indiretta dei soci, anche usufruendo dell’ausilio di persone ed entità esterne che agiscano esclusivamente per il raggiungimento degli scopi sociali nel loro operato in seno all’Associazione.

In particolare l’Associazione intende perseguire la più ampia diffusione della cultura e della tradizione e favorire l’adulto e l’anziano a recuperare il proprio protagonismo e la propria identità personale nel contesto della società. Saranno, quindi, organizzati corsi, laboratori, convegni, conferenze, gite ed altre iniziative idonee a favorire l’integrazione intergenerazionale e ogni forma di espressione e socializzazione.

Articolo 3 - Corsi e laboratori

1)      I Corsi e i Laboratori dell’Università Popolare Aldo Vallone Galatina sono aperti a tutti i soci.

2)      Per poter partecipare ai corsi e alle altre iniziative di cui all’art. 2 è obbligatorio compilare e sottoscrivere un apposito modulo d’iscrizione. Non sono richiesti titoli di studio. Non sono previsti esami o interrogazioni.

3)      Un Corso consiste in una serie di lezioni della durata minima di 24 ore tenute da un docente con laurea pertinente all’insegnamento erogato; si svolge durante tutto l’anno accademico, da novembre a maggio, con cadenza settimanale, ad esclusione dei giorni di vacanza previsti dal calendario dell’Associazione.

Un Laboratorio consiste in un insieme di attività tecnico-pratiche, artistiche o a carattere ricreativo e associativo, della durata minima di 12 ore, tenute e/o coordinate da professionisti che hanno maturato esperienze specifiche nel settore medesimo o da esperti nella conduzione delle attività promosse;

I Corsisti d’accordo con il Titolare del Corso e con il Tutor, possono chiedere al Consiglio direttivo di anticipare l’inizio del Corso o del Laboratorio o posticiparne la chiusura.

4)      I Corsi e i Laboratori non devono sovrapporsi alle altre attività programmate dell’Università Popolare Aldo Vallone Galatina.

5)     I Corsi e i Laboratori sono istituiti su proposta di uno o più membri del Consiglio direttivo o su proposta di almeno dieci soci che intendano seguire il corso richiesto. All’interno del Consiglio direttivo o tra i Soci si individua il Tutor del Corso.

6)      L’Università Popolare Aldo Vallone Galatina attiva un Corso in presenza di almeno dieci partecipanti.

7)      Il costo di ogni Corso è stabilito anno per anno dal Consiglio direttivo dell’Università Popolare Aldo Vallone Galatina, nella seduta di settembre.

Il Corsista è tenuto a corrispondere al Tutor del Corso l’importo dovuto nella prima lezione di ogni mese.

8)      Il Tutor del Corso rappresenta l’Associazione davanti ai Corsisti e al Titolare del Corso ed ha le seguenti funzioni:

A)    Vigilare sul normale svolgimento delle attività;

B)    Riscuotere le quote corrisposte dai Corsisti durante la prima lezione di ogni mese;

C)    Effettuare il pagamento del titolare del Corso nell’ultima lezione del mese, d’intesa con il Tesoriere;

D)    Tenere i rapporti con il Presidente, il Segretario e il Tesoriere;

E)     Riferire sull’andamento del Corso al Consiglio Direttivo e all’Assemblea dei Soci.

9)    La lezione persa dai Corsisti per motivi personali non può essere recuperata, rimanendo invariata la quota mensile da corrispondere. La lezione persa dai Corsisti per motivi riconducibili al titolare del Corso o all’Associazione viene recuperata nei tempi e nei modi concordati tra Corsisti, Titolare del Corso e Tutor, d’intesa con il Consiglio direttivo.

10)      Il Titolare del Corso viene individuato e incaricato dal Consiglio Direttivo (a maggioranza o all’unanimità), presi in esame i curricula pervenuti all’Associazione.

11) A richiesta, si rilascia attestato di frequenza per presenze risultanti al termine delle lezioni uguali o superiori ai 2/3 delle lezioni.

Articolo 4 – Non esclusività

I soci sono liberi di appartenere ad altre associazioni o organizzazioni che non contrastino con gli scopi dell’Università Popolare “Aldo Vallone” Galatina e hanno l’obbligo di non danneggiare l’Associazione con atti o gesti che contrastino con i principi statutari.

Articolo 5 – Norme comportamentali

Sono espressamente vietati, all’interno dell’Associazione, discussioni e atteggiamenti finalizzati a generare dissidio dentro e fuori l’Associazione stessa.

Lo scopo conviviale e culturale dell’Associazione si esprime attraverso la maturità e la consapevolezza di ogni singolo socio. I comportamenti offensivi, lesivi della dignità, indirizzati a creare dissidio o a portare offesa alla onorabilità dell’Associazione saranno puniti con l’espulsione dall’Associazione stessa, decretata dal Consiglio Direttivo e firmata dal Presidente che ne è legale rappresentante e garante. Al socio espulso non è consentito rinnovare la richiesta di ammissione alla Associazione.

Articolo 6 – Modalità di iscrizione del socio e versamento delle quote sociali

La quota sociale è una delle principali forme di autofinanziamento dell’Associazione e non può essere restituita in nessun caso.

L’aspirante socio deve compilare il modulo di iscrizione nel quale riporterà i suoi dati personali, compreso il recapito postale, elettronico o telefonico al quale desidera ricevere le comunicazioni ufficiali.

Il modulo di iscrizione deve essere compilato e consegnato direttamente alla Segreteria o, comunque, ad un membro del Consiglio Direttivo.

Il pagamento della quota associativa deve essere versato in contanti al Tesoriere o al Presidente dell’Associazione. Non è consentito frazionare tale quota associativa per nessun motivo.

Articolo 7 – Internazionalità

Possono essere soci tutte le persone anche di nazionalità straniera, senza distinzione di sesso, razza, religione o convinzioni e inclinazioni personali e politiche, purché comprendano la lingua italiana.

Articolo 8 – Diritti e doveri dei soci

I soci ordinari hanno il diritto di partecipare alle Assemblee sociali e di votare per l’approvazione e le modifiche dello Statuto e del Regolamento, per la nomina degli Organi Direttivi dell’Associazione e per l’approvazione del rendiconto economico e finanziario, per l’esame del bilancio preventivo e della relazione sull’attività per il futuro. I soci onorari e benemeriti, che non possono superare il 10% del numero complessivo dei soci ordinari, hanno solo funzione consultiva.

Tutti i soci hanno il dovere di contribuire al buon andamento della Associazione partecipando alla vita della stessa, facendo azioni di proselitismo verso nuovi soci e attivandosi con il proprio lavoro volontario alla riuscita delle iniziative culturali. Possono partecipare alle attività associative anche minorenni, di volta in volta, autorizzati da chi esercita la responsabilità genitoriale o rappresentanza legale.

È facoltà di ogni socio recedere dall’Associazione in qualsiasi momento. Tale recesso non dà diritto al rimborso totale o parziale della quota versata per l’iscrizione all’Associazione.

Articolo 9 – Sede e riunioni

La sede legale della Associazione corrisponde all’indirizzo Piazza Alighieri n.51, presso il Palazzo della Cultura “Zefferino Rizzelli”.

L’Associazione si può riunire in sede diversa dalla sede legale per lo svolgimento delle attività organizzate dall’Associazione stessa: in quel caso deve essere presente almeno uno dei componenti il Consiglio Direttivo a garanzia della ufficialità della riunione. È fatto divieto ai soci di organizzare attività non autorizzate dal Consiglio Direttivo o dal Presidente.

Le attività di comunicazione dei Soci attraverso la posta elettronica o i Social Network non devono in alcun modo risultare lesive della integrità morale e materiale dell’Associazione stessa. In questo caso il Consiglio Direttivo delibera l’espulsione del socio che contravvenga alla condotta consona all’appartenenza all’Associazione.

Durante le riunioni o eventi il socio deve mantenere il contegno consono all’evento ed è responsabile diretto di danni causati ai beni dell’Associazione o di appartenenza di chi ospita le riunioni dell’Associazione.

È motivo di espulsione dall’Associazione un comportamento lesivo della decenza (ubriachezza, molestie) e offensivo per le persone presenti.

Articolo 10 – Proprietà intellettuale dei contributi

I contributi di idee, articoli, pubblicazioni, disegni, fotografie, video, testi, ecc. forniti dai soci in qualunque modalità (brevi manu, posta, email, social network), quando non diversamente concordato con il Consiglio Direttivo, sono da ritenersi di proprietà dell’Associazione che ne dispone a suo piacimento.

I soci, quando non diversamente concordato, possono disporre delle loro creazioni per i propri blog, siti internet, pubblicazioni ecc. senza dover versare nessun corrispettivo all’Associazione.

Articolo 11 – Sviluppo iniziative dell’Associazione

Le iniziative ufficiali dovranno essere assoggettate all’approvazione del Consiglio Direttivo, il quale vaglierà, approverà e stilerà il calendario di tutte le iniziative nell’arco dell’anno.

Per ogni attività intrapresa dall’Associazione che richieda un esborso economico, deve essere approvato dal Consiglio Direttivo un bilancio di spesa, con finanziamento reperibile sia dai fondi disponibili dell’Associazione stessa, sia tramite contributi forniti dai soci o da sponsor esterni all’Associazione. L’eventuale superamento di tale bilancio di spesa deve essere approvato dal Presidente o in mancanza dal Vice-Presidente, qualora non vi siano i tempi utili alla convocazione di un Consiglio Direttivo.

Nell’ambito delle attività promosse dall’Associazione, ogni socio regolarmente iscritto potrà, su base volontaria, contribuire in esclusiva o in collaborazione con altri soci o sponsor esterni, alla realizzazione dei singoli eventi, tramite una sponsorizzazione legata a contributi economici o con prodotti necessari alla realizzazione delle attività promosse dall’Associazione.

In occasione di tali attività promosse, qualora i soci o gli sponsor esterni abbiano accettato, su base volontaria, di contribuire alla realizzazione di uno specifico evento, potranno promuovere la propria attività durante l’evento stesso tramite materiale informativo (dépliants, banners, etc.). In aggiunta a tale modalità di promozione, l’Associazione provvederà a menzionare i soci e gli sponsor esterni che avranno contribuito ai singoli eventi nelle varie forme di comunicazione previste.

Articolo 13 – Cura degli spazi, dei beni e delle strutture gestite o utilizzate dall’Associazione

I soci sono tenuti a curare la vivibilità degli spazi in cui si svolgono le attività dell’Associazione e a mantenere integri i beni acquistati, gestiti per lo svolgimento delle attività.

In caso di danneggiamento o degrado dei suddetti spazi o beni ed in presenza di chiare responsabilità individuali, il Consiglio Direttivo ha facoltà di imporre al socio inadempiente il ripristino della situazione iniziale addebitando le spese a carico del socio stesso.

 

 

 


Torna su