Immagine
I nostri prossimi appuntamenti
  UNIVERSITA’ POPOLARE “Aldo Vallone” Galatina Programma Dicembre 2020 Videoconferenze con accesso libero Venerdì 11 dicembre, ore 18:00 Quante storie in una scatola: un... Leggi tutto...
Sfogliando Galatina: una iniziativa per ripartire
Dopo questi mesi di inattività forzata, l'Università Popolare ha aderito con entusiasmo a una iniziativa del Patto Locale per la Lettura di Galatina, firmando la prima delle passeggiate letterarie... Leggi tutto...
Si ricomincia...
Dopo la pausa estiva, interrotta dall'Open Day che come sempre ci ha permesso di incontrarci e presentare le nostre attività ad amici e soci vecchi e nuovi, il nostro anno accademico 2019-20 ha... Leggi tutto...
Programma aggiornato di marzo e ordine del giorno della prossima assemblea
A causa dell'assenza di soci e membri del Consiglio Direttivo nella data precedentemente indicata, l'Assemblea dei soci programmata per il 1° marzo è stata rimandata a giovedì 7 marzo alle ore 18,... Leggi tutto...
"La signora dello zoo di Varsavia" al cineforum dell'Università Popolare
La scelta di riservare il primo lunedì di ogni mese al nostro cineforum ci permette di cominciare il 2019 con La signora dello zoo di Varsavia: la scelta di Roberta Lisi, alla quale dobbiamo il... Leggi tutto...
Home Autori Antonio Cassiano
Antonio Cassiano PDF Stampa E-mail
Autori
Sabato 25 Giugno 2011 19:44

Antonio Cassiano è stato direttore del Museo Provinciale di Lecce sino al 2012 e docente di Storia dell'Arte medioevale in Puglia presso la facoltà di Beni culturali dell'Università del Salento sino al 2010. Oltre ad insegnare Museologia alla Scuola di Specializzazione in Archeologia della stessa Università, è direttore del Centro di Studi Salentini. Ha curato i cataloghi e gli allestimenti di mostre come  II Barocco a Lecce e nel Salento; Scultura dell'età barocca tra Terra d'Otranto, Napoli e La Spagna; Puglia, Manierismo e Controriforma;   La scultura in cartapesta;  Echi caravaggeschi in Puglia; Arte in terra d'Otranto tra Ottocento e Novecento,  e le mostre monografiche di Suppressa, Delle Site e Gioacchino Toma. Ha inoltre allestito le mostre sulle scenografie, i costumi e gli abiti di Renato Balestra e di Franco Zeffirelli da cui è nato l'interesse per la storia dell'abbigliamento e della moda, allestendo nel Museo Provinciale la mostra  Vestirsi a Lecce e nel Salento 1740-1970. Su questo argomento  nel 2011 ha allestito e presentato a Stoccarda, in Germania, una mostra per i 150 anni dell'Unità d'Italia.

E' scomparso il 30 giugno 2015.

In questo sito:

 

 

 

Articoli di questo autore:


Torna su