Programma aggiornato di marzo e ordine del giorno della prossima assemblea
A causa dell'assenza di soci e membri del Consiglio Direttivo nella data precedentemente indicata, l'Assemblea dei soci programmata per il 1° marzo è stata rimandata a giovedì 7 marzo alle ore 18,... Leggi tutto...
"La signora dello zoo di Varsavia" al cineforum dell'Università Popolare
La scelta di riservare il primo lunedì di ogni mese al nostro cineforum ci permette di cominciare il 2019 con La signora dello zoo di Varsavia: la scelta di Roberta Lisi, alla quale dobbiamo il... Leggi tutto...
Programma gennaio 2019
Dopo le festività natalizie, le attività dell'Università Popolare riprenderanno lunedì 7 gennaio, col consueto appuntamento col cineforum curato da Roberta Lisi, come sempre programmato per il... Leggi tutto...
Anticipo orario conferenza di venerdì 23 marzo
Come anticipato a voce ieri, in occasione della emozionante performance poetica organizzata dal nostro Laboratorio di poesia, la conferenza di venerdì 23 marzo della prof.sa Alberta Giani... Leggi tutto...
Per ricordare meglio la nostra visita a Cavallino
Uno dei momenti più emozionanti della nostra gita culturale a Cavallino, domenica scorsa, è stata la lettura  di un breve estratto dalle memorie del duca Sigismondo Castromediano (Carceri e... Leggi tutto...
Stagione teatrale a Lecce
In allegato il programma della stagione teatrale del Comune di Lecce (teatri... Leggi tutto...
Stagione teatrale a Cavallino
  CITTA' DI CAVALLINO - TEATRO "IL DUCALE" Stagione teatrale 9 Dicembre 2017 -... Leggi tutto...
Finalmente online!
1° Settembre 2010 nasce il sito dell' "Università Popolare Aldo Vallone... Leggi tutto...
Home
Ricordi d' un orfano PDF Stampa E-mail
Reprint
Scritto da Gioacchino Toma   
Domenica 26 Giugno 2011 16:53

[Tipografia Pontieri & Velardi, Napoli, 1898]

 

I

Avevo circa sei anni quando morì mio padre: di lui quindi ricordo appena la figura e non serbo se non qualche rara memoria. Di ritorno da’ viaggi ch’egli spesso facea per Napoli, solea sempre portarmi ora un giocattolo ed ora un altro, e l’ultima volta – ricordo ancora – mi portò un bellissimo altarino con l’intero parato di stagno. Quel giorno, fu gran festa religiosa per me. Accesi tutte le candele del mio altare, come nelle maggiori solennità della Chiesa, e celebrai senz’altro la messa. Ma frattanto, il calore di una delle candele andò a poco a poco liquefacendo una palmetta vicina, sì che lo stagno, liquefatto, cadde in tanti piccoli pallini sul pavimento. Mi parve allora di aver fatto una scoverta. Distrussi ad uno ad uno tutti quei piccoli arredi, e, messo su un arco con la bacchetta d’osso di balena di un vecchio ombrello, e adattatavi una freccia con la punta di stagno, mi divertii, per quel giorno e per molti altri, a crivellar di colpi un Domenico Cotugno, che pendeva dalla parete, nello studio di mio padre.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Gioacchino Toma, Ricordi di un orfano, Tip. Pontieri & Velardi, Napoli, 1898.pdf)Gioacchino Toma, Ricordi di un orfano, Tip. Pontieri & Velardi, Napoli, 1898.pdf 23347 Kb

Torna su