Programma aggiornato di marzo e ordine del giorno della prossima assemblea
A causa dell'assenza di soci e membri del Consiglio Direttivo nella data precedentemente indicata, l'Assemblea dei soci programmata per il 1° marzo è stata rimandata a giovedì 7 marzo alle ore 18,... Leggi tutto...
"La signora dello zoo di Varsavia" al cineforum dell'Università Popolare
La scelta di riservare il primo lunedì di ogni mese al nostro cineforum ci permette di cominciare il 2019 con La signora dello zoo di Varsavia: la scelta di Roberta Lisi, alla quale dobbiamo il... Leggi tutto...
Programma gennaio 2019
Dopo le festività natalizie, le attività dell'Università Popolare riprenderanno lunedì 7 gennaio, col consueto appuntamento col cineforum curato da Roberta Lisi, come sempre programmato per il... Leggi tutto...
Anticipo orario conferenza di venerdì 23 marzo
Come anticipato a voce ieri, in occasione della emozionante performance poetica organizzata dal nostro Laboratorio di poesia, la conferenza di venerdì 23 marzo della prof.sa Alberta Giani... Leggi tutto...
Per ricordare meglio la nostra visita a Cavallino
Uno dei momenti più emozionanti della nostra gita culturale a Cavallino, domenica scorsa, è stata la lettura  di un breve estratto dalle memorie del duca Sigismondo Castromediano (Carceri e... Leggi tutto...
Stagione teatrale a Lecce
In allegato il programma della stagione teatrale del Comune di Lecce (teatri... Leggi tutto...
Stagione teatrale a Cavallino
  CITTA' DI CAVALLINO - TEATRO "IL DUCALE" Stagione teatrale 9 Dicembre 2017 -... Leggi tutto...
Finalmente online!
1° Settembre 2010 nasce il sito dell' "Università Popolare Aldo Vallone... Leggi tutto...
Home
Solo l'onestà può liberarci dai parassiti PDF Stampa E-mail
Ecologia
Scritto da Ferdinando Boero   
Giovedì 05 Gennaio 2012 09:16

[Pubblicato sul "Nuovo Quotidiano di Puglia" del 5 gennaio 2012]


Quando tutto va bene, non ci sono motivi per cambiare. Squadra vincente... non si cambia. Noi siamo in crisi. Ci siamo perché le cose non vanno bene. E quindi siamo costretti a cambiare. In natura succede proprio questo: le specie evolvono (cioè cambiano) quando devono affrontare nuove situazioni che le loro caratteristiche non permettono di affrontare adeguatamente. Per un po’ vanno in crisi, e poi o evolvono o si estinguono. Evoluzione significa: esprimere nuove caratteristiche, novità. Le novità possono originare da mutazioni, cioè da cambiamenti genetici, oppure possono semplicemente essere già presenti ma esser state “poco vincenti” nelle situazioni precedenti, rivelandosi vincenti nelle nuove situazioni. Trasferito a noi, all’Italia, questo ci insegna che dobbiamo cambiare oppure che dobbiamo valorizzare nostre caratteristiche che, fino ad ora, sono state poco valorizzate. Non credo che gli italiani debbano inventare nulla. Hanno già tutto quello che serve, solo che, in questi ultimi decenni, quel che ci serve è stato mortificato, deriso e disincentivato. Sto parlando prima di tutto di competenza. Ho già scritto di un paese dove gli incompetenti imperano. Questo non è più possibile. Ma la competenza non basta. Bisogna vedere come viene usata. E qui subentra un’altra caratteristica che, per molti italiani, è quasi un difetto: l’onestà. Essere onesti, nel nostro paese, equivale a essere fessi. I fessi pagano le tasse. Persino chi le paga per forza, visto che chi può non le paga, dichiara che, potendo, non le pagherebbe. Ognuno trova giustificazione della propria disonestà (anche potenziale) nella disonestà degli altri. Questo è il nostro problema più grande.

Ora vedo una pubblicità in cui gli evasori fiscali sono dipinti come parassiti. E questa pubblicità ci spiega che le tasse sono una cosa bellissima (come disse Padoa Schioppa, deriso da tutti) perché è attraverso le tasse che si rendono disponibili i servizi a tutti. Se io pago le tasse e altri non le pagano, le mie tasse pagano anche i servizi per chi non le paga, e quindi chi non le paga è un mio parassita.
Se vado dal dentista, o dall’oculista, o se chiamo un idraulico, mi sento dire che se voglio una ricevuta allora devo pagare il venti per cento in più. Bisognerebbe denunciare subito queste persone, no? Ma ci sentiamo delatori, se lo facciamo. Una buona utilizzazione dei finanzieri sarebbe di farli andare in incognito a fare visite mediche o a chiamare artigiani a fare lavori a casa, in modo che, quando si sentono fare la proposta, possano cogliere in flagrante i parassiti, e dar loro una stangata da togliere il fiato. Tanto ci dovranno andare anche loro dal dentista, no?
Leggo che l’evasione fiscale nel nostro paese è superiore a tutte le manovre che il buon Monti potrebbe inventare. Lo stato potrebbe saldare i suoi debiti, se tutti pagassero i loro debiti con lo stato.
Fino ad ora il sistema ha retto, ma ora siamo in crisi. Dobbiamo cambiare, e questa occasione potrebbe spingere gli italiani a diventare onesti. Potrebbe anche alleggerire le tasse a chi le ha sempre pagate e che, ora, si trova a doverne pagare ancora di più. La crisi deve faci cambiare, non abbiamo scelta.
Il Gattopardo, nel famoso libro di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, dice che bisogna cambiare tutto perché tutto resti come prima. Quel nobile intendeva che tutto dovesse essere cambiato nella forma perché tutto potesse restare inalterato nella sostanza. Ovviamente questo tipo di cambiamento non riesce a ingannare la crisi. Se vogliamo che tutto resti come prima (che tutti abbiano un lavoro, che ci siano servizi per tutti, che tutti abbiano la pensione, che la scuola sia pubblica, che la sanità sia pubblica etc.) dobbiamo cambiare tutto. E, per favore, non venitemi a raccontare che si risolve tutto con le privatizzazioni. Non è vero! La cosa pubblica deve funzionare bene, basta solo che i politici non possano usarla per assumere i loro protetti che, poi, non faranno nulla per la protezione guadagnata col voto. Questo è stato l’andazzo fino ad ora. Non possiamo più permettercelo. E questa è l’occasione buona per evolvere finalmente verso un sistema immunitario che ci liberi dai parassiti. L’alternativa è l’estinzione a causa della debilitazione causata dai parassiti.


Torna su