Nuovo Consiglio Direttivo, Open Day e nuovo Anno Accademico: pronti per ripartire!
MARIO GRAZIUSO Ripresa dell’attività sociale dell’UNIPOP “A. Vallone” di Galatina Confermato il Presidente e affidati gli incarichi ai consiglieri Trascorso il lungo periodo di inattività... Leggi tutto...
Sfogliando Galatina: una iniziativa per ripartire
Dopo questi mesi di inattività forzata, l'Università Popolare ha aderito con entusiasmo a una iniziativa del Patto Locale per la Lettura di Galatina, firmando la prima delle passeggiate letterarie... Leggi tutto...
Riconvocazione Assemblea dei soci ed elezioni
Riconvocazione Assemblea dei soci ed elezioni Dopo questo lungo periodo di forzata inattività, il Consiglio Direttivo ha trovato, grazie alla disponibilità dell’Amministrazione Comunale, la sede... Leggi tutto...
Nuova sospensione delle attività
La presenza di casi di coronavirus sul territorio di Galatina e l'ordinanza di chiusura delle scuole emanata dal sindaco ci hanno consigliato un ulteriore consulto medico dal quale è emersa ... Leggi tutto...
In memoria di Piero Manni, editore
Da qualche giorno il Salento e il mondo della cultura sono più poveri: il 22... Leggi tutto...
Stagione teatrale a Lecce
In allegato il programma della stagione teatrale del Comune di Lecce (teatri... Leggi tutto...
Stagione teatrale a Cavallino
  CITTA' DI CAVALLINO - TEATRO "IL DUCALE" Stagione teatrale 9 Dicembre 2017 -... Leggi tutto...
Finalmente online!
1° Settembre 2010 nasce il sito dell' "Università Popolare Aldo Vallone... Leggi tutto...
Home Sallentina Poesia salentina
Poesia salentina
La festa de San Pietru PDF Stampa E-mail
Poesia salentina
Venerdì 29 Giugno 2012 16:27

[La poesia in dialetto galatinese, intitolata La festa de San Pietru, è apparsa nelle pagine de "Il Titano", n. 12 del 26 giugno 2008, p. 39]

 

San Pietru ede ‘na festa de culori,

de luci, de profumi  e de sapori;

quantu mi piace quandu ‘rriva la stagione

e bbisciu muntare la parazione!

De ‘nu viculu a ll’addhru, de ogni vanda,

se sentanu le note de la banda :

ogni  loggia e balcone a ll’apertu

diventa comu ‘nu grande concertu;

ogni corte, ogni chiazza, ogni via,

se anima d’incantu e de magia.

Ede comu nu sentimentu già pruvatu,

ca ritorna de lu tiempu passatu.

Leggi tutto...

A tiempu persu PDF Stampa E-mail
Poesia salentina
Domenica 19 Giugno 2011 08:14

[Marra e Lanzi, Galatina, 1927; con una lettera di Tommaso Fiore]

 

Vientu de primavera


La fenescia sempre chiusa

scampagnati tutte quante:

vene n’aria de levante

dorce dorce e crapicciusa.

Marzu stòticu ci passa

se prepara cu ni lassa.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Cino de Portaluce (Fedele Salacino), A tiempu persu.pdf)Cino de Portaluce (Fedele Salacino), A tiempu persu.pdf 13897 Kb

Pindinguli, zaranguli e scisciariculi PDF Stampa E-mail
Poesia salentina
Venerdì 28 Gennaio 2011 19:18

LA VOTTE DE LU TATA

 

Stu fattu ca vu cuntu

nun'ede nu segretu,

successe pressappocu

cinquant’anni arretu.

Intra la remessa

a n’angulu appartata

stava sula sula

la votte de lu tata.

Nun'era na beddha votte:

de forma sculumbata,

de retu era chiatta

de nanzi invece ‘nchiata.

“Difettu de quantu è nata”,

dicia lu tatu miu.

“Però lu vinu è bonu

e mi lu futtu iu”.

Leggi tutto...

Tùtici poisie (in dialetto di Parabita) PDF Stampa E-mail
Poesia salentina
Venerdì 24 Dicembre 2010 09:18

A lla ’mpete

 

Cci bbulia ‘bbegnu cu ttie

a lla ’mpete

a mmenzu ‘e stelle

quandu ‘a luna

se ‘nfàccia ripa ripa a llu pansieri

ogne ssira

rricamata su’ llu core

 

A lla ’mpete

 

‘ncaddarati te culori e

Leggi tutto...

Autri pinnuli PDF Stampa E-mail
Poesia salentina
Sabato 11 Dicembre 2010 13:31

Amore materno

 

Era nna sira tardu de sciuetia

sulu sulu a casa sta turnaa,

de picca ia lassata la fatia

allegru e spensieratu fischiettaa.

Lu mundu nu mme paria filu malvaggiu

ma  chinu de bellezza e de  bonta’

perfinu lu ientu nu tenia curaggiu

cu llea l’urtime fronde all’arveri

e duce duce fiataa.

La luna chianu chianu sta

bbessia,

la prima stella  a ncelu tremulaa,

quand'eccu se presenta all'ecchi mei

nna  scena ca me enchiu de  indignazzione

de disgustu de pena e de pieta’:

Leggi tutto...

<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 2
Torna su