Nuova sospensione delle attività
La presenza di casi di coronavirus sul territorio di Galatina e l'ordinanza di chiusura delle scuole emanata dal sindaco ci hanno consigliato un ulteriore consulto medico dal quale è emersa ... Leggi tutto...
Ripresa attività e nuova data per assemblea ed elezioni
Dopo un consulto medico, il Consiglio Direttivo ha deciso di riprendere le attività lunedì 2 marzo alle ore 18, con la conferenza del prof. Mario Graziuso “L’ultima rappresentazione sacra del... Leggi tutto...
Sospensione attività in via precauzionale
Avviso sospensione attività Pur in assenza di casi accertati di coronavirus, nella regione Puglia sono sconsigliati (anche se non ancora formalmente vietati) gli assembramenti di persone. Per questo... Leggi tutto...
Candidati per il nuovo Consiglio direttivo
Candidati per il nuovo Consiglio direttivo dell’Università Popolare A. Vallone di Galatina (in ordine alfabetico)   1 Bozzetti Maria Rita, nata a Roma 2.Campa Antonio nato a Galatina (Le) 3 Diso... Leggi tutto...
Convocazione Assemblea per Modifica Statuto ed Elezioni del nuovo Consiglio Direttivo
Sulla base di quanto deliberato durante l'ultima Assemblea, giovedì 27 febbraio 2020 si procederà alle elezioni del nuovo Consiglio Direttivo e all'approvazione delle modifiche dello Statuto. Si... Leggi tutto...
Stagione teatrale a Lecce
In allegato il programma della stagione teatrale del Comune di Lecce (teatri... Leggi tutto...
Stagione teatrale a Cavallino
  CITTA' DI CAVALLINO - TEATRO "IL DUCALE" Stagione teatrale 9 Dicembre 2017 -... Leggi tutto...
Finalmente online!
1° Settembre 2010 nasce il sito dell' "Università Popolare Aldo Vallone... Leggi tutto...
Home Saggi e Prose Letteratura
Letteratura
Il racconto italiano del primo incontro (parte prima) PDF Stampa E-mail
Letteratura
Scritto da Gianluca Virgilio   
Lunedì 27 Agosto 2012 17:38

[Per leggere l'Introduzione, clicca qui.

Per leggere la parte seconda, clicca qui.

Per leggere la parte terza, clicca qui.

Per leggere la Bibliografia, clicca qui].

 

Avvertenza

 

I racconti sono ordinati cronologicamente, secondo la data di composizione. Se lo scritto è datato dall'autore, vale la data indicata; altrimenti si fa riferimento alla data di pubblicazione in prima edizione del volume in cui il racconto compare, a meno che lo stato degli studi non consenta di accertare la data di composizione. Tutto questo è detto nelle note introduttive premesse a ciascun racconto. Inoltre, di volta in volta, sarà reso noto nelle medesime note il contesto letterario in cui è stato individuato il racconto (autobiografia, necrologio, discorso celebrativo, vari) e la tipologia dell'incontro (visita, presentazione (o autopresentazione), incontro scolastico, incontro-convegno, incontro fortuito). Il racconto è seguito dalla indicazione bibliografica.

 

Primi incontri alla fine dell'Ottocento

 

1

Luigi Settembrini - Basilio Puoti

 

Luigi Settembrini (Napoli, 1816-1872) nelle Ricordanze della mia vita rievoca l'incontro con il marchese Basilio Puoti (Napoli, 1782-1847), avvenuto a Napoli circa nel 1833. L'episodio ricalca quello del primo incontro tra De Sanctis e Puoti[1] nello stesso anno 1933, che da quello dipende, a conferma dell'importanza che gli uomini del risorgimento italiano attribuirono al purista napoletano. Il giovane Settembrini, di sua iniziativa, spinto dalla fama del Puoti, va a trovarlo e audacemente gli si presenta. Dopo rapido e accurato esame viene accolto nella sua scuola. La tipologia dell'incontro è duplice: all'autopresentazione si sovrappone l'incontro scolastico.

La prima edizione delle Ricordanze della mia vita è quella di Napoli, Morano, 1879-1880, in due volumi, con prefazione di Francesco De Sanctis.

Leggi tutto...

Il racconto italiano del primo incontro (Bibliografia) PDF Stampa E-mail
Letteratura
Scritto da Gianluca Virgilio   
Lunedì 27 Agosto 2012 12:50

[Per leggere l'Introduzione, clicca qui.

Per leggere la parte prima, clicca qui.

Per leggere la parte seconda, clicca qui.

Per leggere la parte terza, clicca qui.

 

Riporto di seguito l'elenco dei racconti del primo incontro: protagonisti, titolo e indicazione bibliografica.

 

1) Luigi Settembrini - Basilio Puoti

Nulla dies sine linea

Luigi Settembrini, Ricordanze della mia vita, in Memorialisti dell'Ottocento, La letteratura Italiana. Storia e testi, tomo I, a cura di Gaetano Trombatore, Riccardo Ricciardi Editore, Milano-Napoli 1953, pp. 607-609.

2) Francesco De Sanctis - Giacomo Leopardi

Un colosso

Francesco De Sanctis, La giovinezza, Einaudi, Torino, 1961, pp. 74-76.

3) Edmondo De Amicis - Jules Verne

Jules Verne non esiste

Edmondo De Amicis, Una visita a Jules Verne, in Memorie, Treves, Milano 1904.

Leggi tutto...

L'uomo, la scienza e gli eterni misteri PDF Stampa E-mail
Letteratura
Scritto da Antonio Errico   
Venerdì 24 Agosto 2012 11:13

In una pagina de Il mondo come io lo vedo, Einstein diceva che il sentimento religioso dello scienziato prende la forma di uno stupore rapito davanti all’armonia della legge naturale, che rivela un’intelligenza di tale superiorità, che, al confronto, tutto il pensiero e l’agire sistematici degli esseri umani sono un riflesso assolutamente insignificante. Ed è questo sentimento a costituire il principio guida della vita e del lavoro dello scienziato, nella misura in cui lui riesce a trattenersi dai vincoli del desiderio egoista.

Spesso Einstein ha riflettuto sul suo rapporto con il sovrannaturale, sulle relazioni, gli intrecci, le corrispondenze tra un pensiero di scienza e uno di fede. Perché davvero non si riesce a capire per quale ragione debba esserci una frattura tra le due condizioni, quasi che l’una e l’altra non muovessero da un identico senso di stupore, non cercassero, l’una e l’altra, di penetrare il mistero della vita e della morte, come se l’una e l’altra non tentassero di dare risposte alle domande ansiose dell’uomo: sempre le stesse domande, in fondo: qual è l’origine, qual è il fine e la fine, che cosa c’è stato prima, che cosa ci sarà dopo l’esistere di ciascuno, l’esistere dell’universo. In fondo scienza e fede non vogliono fare altro che scoprire quale sia l’alfabeto che consente di decifrare l’enigma, e vogliono farlo per lo stesso scopo  anche se adottano  metodi d’investigazione diversi. Ma la diversità dei metodi non necessariamente comporta la difficoltà della loro conciliazione. Anzi, probabilmente la loro integrazione consente un procedimento più efficace e un risultato meno settoriale, pur nella convinzione che alla risposta compiuta e definitiva si potrebbe anche non giungere mai.

L’uomo di fede guarda le stelle di una sera d’agosto e di esse conosce già tutto, oppure non si chiede niente. L’uomo di scienza osserva le stesse stelle e mette insieme tutte le cose che di esse conosce per chiedersi qualcosa che non conosce ancora.

Leggi tutto...

Giornale delle meraviglie PDF Stampa E-mail
Letteratura
Scritto da Gianluca Virgilio   
Martedì 21 Agosto 2012 16:59

A chi mai non è accaduto qualche volta di ricopiare su un quaderno dei brani curiosi, sui quali si era soffermato, non perché contenessero chissà quale grande verità, ma attratto da un caso umano insolito, descritto con spirito ameno, o da un bel giro di parole che gli aveva suscitato meraviglia o ilarità. A me è capitato un po’ di anni fa (2000-2002): leggevo e ricopiavo, collezionando pezzetti di un puzzle che non avrei mai composto interamente e che anzi presto avrei abbandonato.

Ho ordinato cronologicamente i racconti, almeno quelli ritagliati nelle pagine dei quotidiani; gli altri brani rispondono al ritmo delle mie letture di allora.

Il lettore perdoni la vanità del seguente divertissement, nato nella stessa situazione esistenziale descritta in Aneddotica novecentesca. Anche le motivazioni sono le stesse. Buona lettura!

 

Leggi tutto...

Aneddotica novecentesca PDF Stampa E-mail
Letteratura
Scritto da Gianluca Virgilio   
Domenica 29 Luglio 2012 12:14

[Pubblicato in Zibaldoni.it, seconda serie, il 10 e il 24 marzo 2005]


Le dottrine passano - gli aneddoti restano
E. M. Cioran, Quaderni 1957-1972


Questa antologia contiene una scelta di aneddoti raccontati dagli scrittori italiani del XX secolo, i cui protagonisti sono gli intellettuali, gli artisti, gli uomini di cultura e i medesimi scrittori del secolo trascorso.
Qualche anno fa, durante la lunga malattia di mia madre, io non facevo altro che sfogliar libri. Stando molte ore ogni giorno al suo capezzale, non avrei potuto leggere un libro da cima a fondo, ma soltanto voltare le pagine nei momenti in cui lei era addormentata, o quando una diversa distrazione le allontanava la mente dalla stanza linda linda dell'ospedale o dalla sua camera da letto, dove ormai passava la maggior parte del tempo. Allora, prendevo in mano il libro che avevo con me, e lo sfogliavo con grande disaffezione, riuscendo a soffermarmi soltanto su alcune pagine, nelle quali le parole catturavano la mia attenzione e, per pochi secondi almeno, mi allontanavano dalla situazione presente. Avevo con me un taccuino, sul quale ricopiavo quelle pagine, certo che mi sarebbe piaciuto rileggerle. Ogni tanto, mia madre, risvegliandosi, mi chiedeva che le leggessi le parole che stavo trascrivendo e io subito attaccavo, per farla sorridere.
Questa raccolta di aneddoti è nata nella stanza da letto di mia madre, ed è rimasta incompiuta alla sua morte. Non potrò mai capire a sufficienza il nesso tra la mia ricerca aneddotica e la malattia di mia madre, ma so che soltanto in quella circostanza io avrei potuto attendere con qualche ragione a un siffatto lavoro. Dice E. M. Cioran che “l'aneddoto è all'origine di ogni esperienza fondamentale. È per questo che è assai più accattivante di qualsiasi idea.” (Quaderni 1957-1972, Adelphi, Milano, 2001, p. 727). In effetti, io allora avevo proprio bisogno di fare qualcosa di accattivante, che mi tenesse vivo nel momento in cui facevo la fondamentale esperienza di che cosa volesse dire morire. Per tenersi in vita, difatti, non ci vogliono idee, sulle quali sorvolavo con una incredibile leggerezza, sorprendendomi capace di fermarmi, quasi per una sorta di divinazione, alla pagina giusta, una su mille, la pagina aneddotica.

Leggi tutto...

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ. > Fine >>

Pagina 7 di 9
Torna su