Nuova sospensione delle attività
La presenza di casi di coronavirus sul territorio di Galatina e l'ordinanza di chiusura delle scuole emanata dal sindaco ci hanno consigliato un ulteriore consulto medico dal quale è emersa ... Leggi tutto...
Ripresa attività e nuova data per assemblea ed elezioni
Dopo un consulto medico, il Consiglio Direttivo ha deciso di riprendere le attività lunedì 2 marzo alle ore 18, con la conferenza del prof. Mario Graziuso “L’ultima rappresentazione sacra del... Leggi tutto...
Sospensione attività in via precauzionale
Avviso sospensione attività Pur in assenza di casi accertati di coronavirus, nella regione Puglia sono sconsigliati (anche se non ancora formalmente vietati) gli assembramenti di persone. Per questo... Leggi tutto...
Candidati per il nuovo Consiglio direttivo
Candidati per il nuovo Consiglio direttivo dell’Università Popolare A. Vallone di Galatina (in ordine alfabetico)   1 Bozzetti Maria Rita, nata a Roma 2.Campa Antonio nato a Galatina (Le) 3 Diso... Leggi tutto...
Convocazione Assemblea per Modifica Statuto ed Elezioni del nuovo Consiglio Direttivo
Sulla base di quanto deliberato durante l'ultima Assemblea, giovedì 27 febbraio 2020 si procederà alle elezioni del nuovo Consiglio Direttivo e all'approvazione delle modifiche dello Statuto. Si... Leggi tutto...
In memoria di Piero Manni, editore
Da qualche giorno il Salento e il mondo della cultura sono più poveri: il 22... Leggi tutto...
Stagione teatrale a Lecce
In allegato il programma della stagione teatrale del Comune di Lecce (teatri... Leggi tutto...
Stagione teatrale a Cavallino
  CITTA' DI CAVALLINO - TEATRO "IL DUCALE" Stagione teatrale 9 Dicembre 2017 -... Leggi tutto...
Finalmente online!
1° Settembre 2010 nasce il sito dell' "Università Popolare Aldo Vallone... Leggi tutto...
Economia


SAGGI DI CRITICA DELLA POLITICA ECONOMICA 11 PDF Stampa E-mail
Economia
Scritto da Guglielmo Forges Davanzati   
Giovedì 06 Ottobre 2011 11:53

A costo zero: riscrivere la legge Biagi!

 

[nel “Nuovo Quotidiano di Puglia” del 6 ottobre 2011 col titolo Così la crescita viene bloccata dalla precarietà]

 

Nel dibattito sulla crisi in corso, con particolare riferimento al caso italiano, sembra che si sia raggiunto un sostanziale accordo sul fatto che il principale problema dell’economia italiana non è tanto l’elevato volume del debito pubblico, quanto soprattutto la bassa crescita economica. L’orientamento dominante fa propria la convinzione che occorra coniugare rigore di bilancio e misure che incentivino consumi e investimenti. Il che significa ipotizzare una linea di politica economica che – con un tratto di penna e senza oneri per la finanza pubblica – faccia aumentare il PIL. Un equilibrio molto difficile da mantenere, ma in merito al quale si possono porre alcune considerazioni.

Poiché gli investimenti dipendono in larghissima misura dalle aspettative imprenditoriali, è piuttosto difficile immaginare interventi di politica economica che, per soli effetti di annuncio, ne producano l’aumento. Appare, dunque, più efficace, quantomeno nel breve periodo, provare ad agire sui consumi.

Leggi tutto...

SAGGI DI CRITICA DELLA POLITICA ECONOMICA 10 PDF Stampa E-mail
Economia
Scritto da Guglielmo Forges Davanzati   
Venerdì 23 Settembre 2011 11:32

Foto di classe. Manca solo la scuola

 

[in www.sbilanciamoci.info]

 

Nella prima metà dell’Ottocento, ci si poneva il problema di istruire i minori impegnati a lavorare in miniera. Data la lunghezza della giornata lavorativa, infatti, occorreva individuare congegni tali da dare loro la possibilità di imparare almeno le nozioni più elementari della conoscenza all’epoca disponibile.

Nel 2011, il trio Gelmini-Sacconi-Tremonti ha finalmente trovato la soluzione, la più semplice: disincentivare, con ogni possibile mezzo, l’istruzione dei giovani. Si badi che non si sta qui parlando di studenti universitari, ma di adolescenti in età scolare, ai quali – grazie alla recente normativa sull’apprendistato - verrà concessa l’opportunità di liberarsi dal fardello dei libri per dedicarsi al lavoro manuale. Detto più tecnicamente, si dispone che l’obbligo scolastico si può assolvere, anziché tra i banchi di scuola, nelle fabbriche andando a lavorare a partire dai 15 anni d’età. D’altra parte, il Governo ha già predisposto adeguati incentivi all’abbandono scolastico, sebbene in via indiretta.

Leggi tutto...

SAGGI DI CRITICA DELLA POLITICA ECONOMICA 8/9 PDF Stampa E-mail
Economia
Scritto da Guglielmo Forges Davanzati   
Mercoledì 14 Settembre 2011 16:52

[Sud Critica del 12 settembre 2011: http://www.sudcritica.it/]

 

Il paradosso della politica economica del governo

 

La proposizione “in tempo di crisi occorre fare sacrifici” - ribadita quotidianamente dalla gran parte dei leader politici italiani ed europei, non solo non è affatto scontata, ma non dice nulla in merito a chi e perché dovrebbe sacrificarsi in regime di crisi. Questa proposizione non è affatto scontata perché i “sacrifici” ai quali si fa riferimento, sostanzialmente la riduzione di salari e stipendi, la compressione dei diritti dei lavoratori dipendenti, la crescente precarizzazione, lo smantellamento delle reti di protezione sociale,  sono il risultato di una precisa scelta di politica economica, che si muove, ormai da troppi anni, lungo la linea della riduzione della spesa pubblica e dell’aumento della pressione fiscale. E’ una scelta politica e, in quanto tale, niente affatto neutrale, che viene motivata sulla base dell’argomento che il debito pubblico italiano è eccessivamente elevato. Cosa esattamente significhi eccessivamente elevato non è dato sapere, a meno di non far riferimento ai parametri del Trattato di Maastricht, laddove si impone, anche qui per una scelta politica, ai Paesi membri dell’Unione europea la convergenza del rapporto debito pubblico/PIL al 60%.

Leggi tutto...

SAGGI DI CRITICA DELLA POLITICA ECONOMICA 7 PDF Stampa E-mail
Economia
Scritto da Guglielmo Forges Davanzati   
Domenica 11 Settembre 2011 08:21

[“Nuovo Quotidiano di Puglia”, 11 settembre 2011]

 

Manovra sbagliata per filosofia e impianto

 

La doppia recessione dell’ultimo triennio è largamente imputabile alla crescita esponenziale della sfera finanziaria. Si tratta di ciò che viene comunemente definito finanziarizzazione, e che consiste nel fatto che le imprese – soprattutto di grandi dimensioni – hanno destinato quote crescenti dei loro profitti nei mercati azionari, generando – su fonte Banca d’Italia – un rapporto fra valore degli strumenti finanziari e PIL pari, nel 2006, a quasi 8 volte in Italia e a oltre 10 volte negli Stati Uniti, a fronte di un rapporto circa pari a 3 all’inizio degli anni ottanta. In altri termini, la numerosità delle transazioni che si svolgono nei mercati finanziari è oggi un multiplo degli scambi di beni e servizi nella cosiddetta “economia reale”.

Leggi tutto...

SAGGI DI CRITICA DELLA POLITICA ECONOMICA 6 PDF Stampa E-mail
Economia
Scritto da Guglielmo Forges Davanzati   
Giovedì 25 Agosto 2011 17:21

[in “Sbilanciamoci” L’economia com’è e come può essere, 25 agosto 2011]

 

Università: la riforma di Mandeville

 

Si può supporre che, in mancanza di adeguata informazione, gran parte dell’opinione pubblica sia convinta che questo Governo abbia realizzato un’epocale riforma dell’Università italiana, riducendone gli sprechi, combattendo le baronie e i nepotismi. Una campagna mediatica molto ben organizzata ha convinto molti che l’Università italiana è un luogo nel quale la principale occupazione dei professori è dare posti di lavoro a parenti. Sia ben chiaro che questi casi esistono, ma sia altrettanto chiaro che sono del tutto marginali e stigmatizzati dalla stessa comunità accademica.

A beneficio di chi non è addetto ai lavori, può essere utile rimarcare che la legge 240/2010 (la c.d. riforma Gelmini) è niente affatto attuata e che è molto probabile che non verrà attuata in questa legislatura e in questa forma. Affinché l’articolato normativo possa diventare pienamente operativo, occorre un non meglio precisato numero di decreti attuativi: sebbene possa apparire a dir poco strano, neppure le comunicazioni ufficiali del Ministero li quantificano con esattezza.

Leggi tutto...

<< Inizio < Prec. 31 32 33 34 35 36 37 38 Succ. > Fine >>

Pagina 35 di 38
Torna su