Programma aggiornato di marzo e ordine del giorno della prossima assemblea
A causa dell'assenza di soci e membri del Consiglio Direttivo nella data precedentemente indicata, l'Assemblea dei soci programmata per il 1° marzo è stata rimandata a giovedì 7 marzo alle ore 18,... Leggi tutto...
"La signora dello zoo di Varsavia" al cineforum dell'Università Popolare
La scelta di riservare il primo lunedì di ogni mese al nostro cineforum ci permette di cominciare il 2019 con La signora dello zoo di Varsavia: la scelta di Roberta Lisi, alla quale dobbiamo il... Leggi tutto...
Programma gennaio 2019
Dopo le festività natalizie, le attività dell'Università Popolare riprenderanno lunedì 7 gennaio, col consueto appuntamento col cineforum curato da Roberta Lisi, come sempre programmato per il... Leggi tutto...
Anticipo orario conferenza di venerdì 23 marzo
Come anticipato a voce ieri, in occasione della emozionante performance poetica organizzata dal nostro Laboratorio di poesia, la conferenza di venerdì 23 marzo della prof.sa Alberta Giani... Leggi tutto...
Per ricordare meglio la nostra visita a Cavallino
Uno dei momenti più emozionanti della nostra gita culturale a Cavallino, domenica scorsa, è stata la lettura  di un breve estratto dalle memorie del duca Sigismondo Castromediano (Carceri e... Leggi tutto...
Stagione teatrale a Lecce
In allegato il programma della stagione teatrale del Comune di Lecce (teatri... Leggi tutto...
Stagione teatrale a Cavallino
  CITTA' DI CAVALLINO - TEATRO "IL DUCALE" Stagione teatrale 9 Dicembre 2017 -... Leggi tutto...
Finalmente online!
1° Settembre 2010 nasce il sito dell' "Università Popolare Aldo Vallone... Leggi tutto...
Home
"La signora dello zoo di Varsavia" al cineforum dell'Università Popolare PDF Stampa E-mail
News Università Popolare
Scritto da Beatrice Stasi   
Sabato 05 Gennaio 2019 21:25

La scelta di riservare il primo lunedì di ogni mese al nostro cineforum ci permette di cominciare il 2019 con La signora dello zoo di Varsavia: la scelta di Roberta Lisi, alla quale dobbiamo il particolare successo di pubblico e di critica della nostra rassegna cinematografica, si presenta particolarmente azzeccata per il mese di gennaio, segnato da una ricorrenza come la Giornata della memoria, tesa a rendere indelebile la tragedia dell'Olocausto. E con un appello alla memoria Roberta ha scelto di chiudere la sua bella recensione, che come sempre annuncia e presenta nel migliore dei modi il film selezionato.

La signora dello zoo di Varsavia

recensione di Roberta Lisi

Soggetto Diane Ackerman

Regia Niki Caro

Musiche Harry Gregson-Williams

Sceneggiatura Angela Workman

Interpreti Jessica Chastain, Johan Heldenbergh, Tomothy Radford, Efrat Dor

Anno 2017

Durata 127m

Genere drammatico, biografico, storico

Umanità e bestialità: qual è la linea di confine? Può un animale amare, gioire, soffrire proprio come un essere umano? E un essere umano può essere tanto bestia da dimenticare cosa sia l'amore per l'altro?

Questo è l'interrogativo che pone agli spettatori la vicenda de “La signora dello zoo di Varsavia”

Il genocidio ebreo è stato sicuramente la pagina più buia della storia dell'umanità, ed ancora oggi molti dei suoi aspetti sono sconosciuti ai più, e i fatti noti addirittura negati da alcuni.

Tanti sono stati gli eroi comuni, ma straordinari e sconosciuti, che hanno messo a repentaglio la propria vita pur di salvare il maggior numero possibile di persone dalla follia omicida del nazismo: Perlasca, Schindler, i Monument's man ed anche la bella e gentile signora Zabiski che nasconde 200 ebrei polacchi nelle gabbie degli animali dopo il bombardamento del suo zoo a Varsavia. Una donna straordinaria che parla ad una ragazza abusata come ad un animale ferito guadagnandosi la sua fiducia, che accetta la sfida della storia inventando le soluzioni più adatte al qui ed ora della sua quotidianità.

Non dimentichiamo il passato, anche se doloroso e straziante, perchè i suoi fantasmi non debbano tornare mai più, perchè nessuno debba più trovare salvezza nella gabbia di una fiera.


Programma gennaio 2019 PDF Stampa E-mail
News Università Popolare
Scritto da Beatrice Stasi   
Sabato 29 Dicembre 2018 19:46

Dopo le festività natalizie, le attività dell'Università Popolare riprenderanno lunedì 7 gennaio, col consueto appuntamento col cineforum curato da Roberta Lisi, come sempre programmato per il primo lunedì del mese. L'ultimo venerdì è invece dedicato alla nostra rassegna teatrale, presso l'Auditorium del Liceo Artistico, anche se la passione per il teatro dei nostri soci e amici ha suggerito l'inserimento di un'altra performance, venerdì 18 aprile, affidata a un artista cittadino, Marco Graziuso. Ma ecco il programma completo, pubblicato anche come allegato:

Programma attività Gennaio 2019

Lunedì 7 gennaio, ore 18, sala Contaldo: La signora dello zoo di Varsavia, cineforum a cura di Roberta Lisi

Venerdì 11 gennaio, ore 18, sala Contaldo: Prof. Vincenzo Mello, Il futuro dell’agricoltura salentina

Lunedì 14 gennaio, ore 18, sala Contaldo: Maestro Fredy Franzutti, Arriva la bella stagione

Venerdì 18 gennaio, ore 18, sala Contaldo: Le lacrime di Achille, performance teatrale di Marco Graziuso.

Lunedì 21 gennaio, ore 18, sala Contaldo: dott.ssa Ilaria Mancarella (senologa, ASL Le-DSS) e dott.ssa Elisabetta De Matteis (Dirigente medico presso il reparto oncologico dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce) dialogano sul tema Tumori femminili: l’importanza della prevenzione come stile d vita.

Venerdì 25 gennaio, Aula Magna Liceo Artistico, ore 19: Giustina De Iaco presenta Clitennestra, o del crimine di Marguerite Yourcenar.

Lunedì 28 gennaio, ore 18, sala Contaldo: Dott. Antonio Mellone (Banca Intesa San Paolo), Scoppia il debito pubblico, e non è un boom economico.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Programma gennaio 2019.odt)Programma gennaio 2019.odt 376 Kb

Dittico teatrale per il Natale dell’Università Popolare Aldo Vallone di Galatina PDF Stampa E-mail
Scritto da Beatrice Stasi   
Giovedì 20 Dicembre 2018 08:45

Nel fitto calendario di iniziative per il periodo natalizio varato dall’Amministrazione cittadina, non potevano mancare alcuni eventi targati Università Popolare Aldo Vallone. Li accomuna un carattere teatrale che cerca di rispondere agli interessi di tanti nostri soci e amici. Il primo, intitolato C’è troppo Natale, è programmato per giovedì 20 dicembre, alle ore 18, presso la Sala Contaldo del Palazzo della Cultura cittadino e prevede la partecipazione di tutti gli iscritti al nostro Laboratorio Espressivo Teatrale, diretto dal maestro Michele Bovino e coordinato dalla tutor Matilde Diso. Al termine dell’evento poetico/performativo, che prevede la recitazione di testi poetici da Jacopone da Todi a Don Tonino Bello, è previsto un festoso momento per lo scambio degli auguri natalizi tra tutti i presenti.

Il giorno successivo, venerdì 21 dicembre, l’appuntamento è invece presso l’Auditorium del Liceo Artistico cittadino, alle ore 19, per il terzo evento della nostra rassegna teatrale organizzata insieme all’I.I.S.S. Pietro Colonna di Galatina. In perfetta sintonia con il clima natalizio, il recital della Libera Compagnia Cultura Teatro Arte di Aradeo, intitolato Si chiamava Gesù e incentrato sulle figure di Maria e Gesù di Nazareth, si ispira a un classico della musica d’autore italiana come La buona novella di Fabrizio De André. Chitarra, voce e regia sono del Maestro Michele Bovino, mentre la voce narrante è quella di Adele Caggia.

Come sempre, l'invito a partecipare non è riservato ai soli soci, ma a tutta la cittadinanza.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (locandina 21 dicembre.jpg)locandina 21 dicembre.jpg 111 Kb
Scarica questo file (Locandina 20 dicembre.jpg)Locandina 20 dicembre.jpg 130 Kb

Wonder al cineforum dell'Università Popolare: lunedì 3 dicembre, ore 18 PDF Stampa E-mail
Scritto da Beatrice Stasi   
Domenica 02 Dicembre 2018 14:35

Anche questo mese cominciamo le nostre attività con un film e anche questa volta Roberta Lisi, le cui scelte cinematografiche continuano a intercettare con grande sensibilità i gusti e le aspettative del nostro pubblico, ha voluto scrivere una recensione che anticipi informazioni e chiave di lettura, in modo da rendere più godibile il nostro appuntamento cinematografico. Grazie a Roberta e buona lettura e buona visione a tutti!

WONDER

recensione di Roberta Lisi

 

 

Soggetto: R.J.Palacio

Regia: Stephen Chbosky

Musiche : Marcelo Zarvos

Scenografia: Kalina Ivanov.

Interpreti: Julia Roberts,Owen Wilson,Jacob Tremblay, Izabella Vidovic

Anno 2017

Durata 113 min

Genere: drammatico

Mai giudicare qualcuno dal suo aspetto.

 

Un bambino con la Sindrome di Treacher Collins (malattia congenita dello sviluppo cranio-facciale) ci porta in un mondo parallelo, un mondo fatto di persone “speciali” e uniche.  Certo ognuno di noi lo è, unico e speciale, con le proprie esigenze, i propri pensieri e desideri... ma quando la diversità è un'evidente condizione fisica il disagio emotivo è inevitabile sia per chi guarda che per chi è guardato.

Scontrarsi con il bullismo, dimostrare la propria intelligenza, scoprire il valore dell'amicizia, quella vera, fanno di questa pellicola un film profondo che si avvale di una sceneggiatura volutamente leggera e accattivante.

Un film che insegna che le apparenze non sono la realtà: ci si immedesima facilmente con la figura forte e indipendente della sorella maggiore, che accetta il fratello e lo ama così come è. Ma è veramente così, lei, o è una ragazzina fragile che si sente messa da parte dai genitori concentrati sulle necessità oggettivamente urgenti del fratellino?

Un compagno di scuola che fa il bullo, il viziato, il figlio di papà... non gli manca davvero niente per attirare subito tutta la nostra antipatia e il nostro biasimo. Ma è veramente così, lui, o è succube  di una madre conformista  e povera di sentimenti che elimina con Photoshop la sagoma del bambino “deforme” dalla foto di gruppo perché gli ospiti non debbano chiederle di quel bambino?

La stessa cosa può essere guardata da più prospettive assumendo forme e dimensioni diverse ma rimane sempre la stessa cosa.

Perciò insegniamo ai nostri figli, ai nostri nipoti, che se rideremo di un bambino “speciale” lui riderà con noi, perché la sua innocenza è più grande della nostra stupidità.

 

 

 

Gentile studente,

Le invio in allegato il testo, da me rivisto, del Suo elaborato. Il voto complessivo è evidenziato in verde in cima alla prima pagina. Ho evidenziato nel corpo del testo in giallo e in rosso eventuali punti critici più (rosso) o meno (giallo) gravi del Suo discorso; in verde alcuni miei rari interventi diretti sul testo. In margine troverà anche alcuni commenti o suggerimenti.

Dato l'esito positivo della prova scritta, durante la prova orale Lei sarà esonerata da domande concernenti il commento del testo dantesco offerto a lezione (ma non dalle domande relative alla semplice parafrasi del testo).

Resto a Sua disposizione durante l'orario di ricevimento per ogni ulteriore chiarimento. Il voto sarà ovviamente tenuto presente nella valutazione finale in sede di esame, ma non necessariamente in base a una precisa media matematica. La possibilità di ottenere il punteggio massimo (30 e lode) non è infatti preclusa se il candidato ottiene all'elaborato scritto una valutazione pari o superiore a 27.

Colgo l’occasione per ricordare a chi non lo avesse ancora fatto che, per chi intende presentarsi all’esonero del 12 dicembre, è necessario prenotarsi tramite mail.

Un cordiale saluto,

Beatrice Stasi


"Gifted" al Cineforum dell'Università Popolare PDF Stampa E-mail
Scritto da Beatrice Stasi   
Domenica 04 Novembre 2018 08:16

Lunedì 5 novembre alle ore 18, in sala Contaldo, torna l'appuntamento mensile del nostro cineforum. Ecco una breve presentazione del film scelto dalla brava e appassionata curatrice della nostra rassegna cinematografica, Roberta Lisi:

GIFTED- Il dono del talento

recensione di Roberta Lisi

 

Regia : Marc Webb

Interpreti: Chris Evans, Mckenna Grace, Jenny Slate, Lindsay Duncan, Octavia Spencer, Julie Ann Emery, Keir O'Donnell, Glenn Plummer, Joe Chrest

Distribuzione : 20th Century Fox

Durata: 101'

Origine: USA, 2017

Guardiamo i nostri bambini, i nostri nipoti e mai nessuno è stato più bello, più bravo, più intelligente... Spiamo ogni sorriso, ogni movimento e vi troviamo unicità, genialità, talento e desideriamo il meglio per loro: le migliori scuole, i migliori insegnanti... perché il loro sapere può e deve essere migliore di quello del figlio/nipote del vicino, dell'amico, del parente.

Ma se ci trovassimo davanti ad un bambino realmente dotato di un talento straordinario per la matematica, come nel caso della protagonista del film, quale dovrebbe essere il nostro atteggiamento? Trattarlo come un bambino “normale” e con capacità intellettive “normali” e fargli vivere un'infanzia serena, tranquilla, a contatto con gli altri bambini (scuola, parco giochi, interessi...) così come fa lo zio Frank per la figlia della defunta sorella, o esaltare le sue capacità attraverso scuole speciali, corsi... sacrificando, però, la sua infanzia come vorrebbe la nonna materna?

I suoi amici non sarebbero più i suoi coetanei, ma persone adulte che osservano come sotto una lente d'ingrandimento, che cercano di spingere sempre più in là il limite delle capacità del bambino.

Ci siamo mai fermati a chiederci quello che vogliono realmente i nostri figli o abbiamo preso noi tutte le decisioni “giuste” per loro? Ma qual è, poi, la decisione giusta?

La lunga e dolorosa battaglia legale per l'affidamento della piccola Mary tra lo zio Frank, al quale è stata affidata la bambina appena nata dalla sorella prima di morire e che la ha allevata da solo per sei anni, e sua madre, la nonna della bambina, che non ha mai visto, non può che indurre lo spettatore a desiderare il lieto fine.

Ma qual è il lieto fine?


Gita culturale di autunno PDF Stampa E-mail
Scritto da Beatrice Stasi   
Domenica 28 Ottobre 2018 19:33

Dopo la nostra prima cinematografica di lunedì, e dopo la prima teatrale di venerdì, entrambe coronate dal successo, pubblichiamo volentieri il programma della nostra prima gita culturale, anche quest'anno resa particolarmente interessante dalla presenza di una guida d'eccezione come Paolo Sansò. Manduria e Oria sono le mete, ed ecco il programma dettagliato:

ESCURSIONE D’AUTUNNO : TRA MANDURIA E ORIA

(Con la guida del prof. Paolo Sanso)

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2018

 

Programma

Ore 8:00    Partenza da Galatina-piazzale Chiesa S.Sebastiano

Ore 9 30    Arrivo a Manduria

Ore 10.00 –Visita al  Parco Archeologico delle Mura Messapiche compresa la grotta del Fonte Pliniano con la sorgente millenaria. (la visita al Parco comprende fossati e due cinte murarie del V e IV sec. a.C., pustuerla e 3 strade messapiche, la necropoli, ricostruzione di una residenza messapica arcaica)

Ore 12.00 -Passeggiata e visita guidata del Centro Storico (Chiesa Madre rinascimentale, ghetto degli Ebrei e Sinagoga antica)

 

Ore 13.00 – Pausa pranzo- Ristorante AL CASTELLO

.

Ore16.00  ORIA Arrivo in piazza Lorch, per visitare la città di Oria, ( Piazza Manfredi, Sedile, Esterno Ingresso del Castello di Oria e le torri del Salto e del Cavaliere, Cattedrale (Pinacoteca-Reliquario dei SS. Martiri di Otranto), Cripta ipogea delle Mummie, Quartiere Ebraico e Porta degli Ebrei).

 

Ore 20.30 –Rientro previsto a Galatina

Il costo individuale dell’escursione , con un minimo di 30 persone è di € 40 che potrà essere ridotto se il numero di partecipanti sarà superiore.

Esso comprende: pullman GT- servizio guida per l’intera giornata-biglietto d’ingresso alla Cripta delle Mummie e il pranzo presso il ristorante AL CASTELLO

Il menu’ prevede: antipasto misto- primo e secondo- bevande e caffè

N.B. LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE DEI NON SOCI HA UNA MAGGIORAZIONE DI €5

 

Info e prenotazione : cell 3407197281 Rosa Anna Valletta

3331275173 Lucia De Pascalis


… e l’ultimo venerdì del mese a teatro! PDF Stampa E-mail
Scritto da Beatrice Stasi   
Mercoledì 24 Ottobre 2018 20:41

La programmazione dell’Università Popolare per l’a.a. 2018-19 è caratterizzata dall’inserimento di una vera e propria rassegna teatrale. A renderla possibile è una convenzione con l’IISS Pietro Colonna, che ha messo a disposizione l’Aula Magna del Liceo Artistico per la rappresentazione degli spettacoli. Suggerita da una precisa richiesta dei soci, questa iniziativa aspira a riproporre in maniera sistematica una esperienza già offerta negli ultimi anni e sempre premiata da una larga partecipazione di pubblico: l’appuntamento teatrale ha dunque una cadenza mensile, e anzi, per essere più precisi, è tendenzialmente programmato per l’ultimo venerdì di ogni mese. Si comincia venerdì 26 ottobre, alle ore 19, con un classico pirandelliano come L’uomo, la bestia e la virtù, portato in scena dalla Busacca di Francesco Piccolo. L’ingresso è libero.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Locandina L'uomo, la bestia e la virtù.jpg)Locandina L'uomo, la bestia e la virtù.jpg 139 Kb

Riparte il cineforum: il film di ottobre recensito da Roberta Lisi PDF Stampa E-mail
Scritto da Beatrice Stasi   
Sabato 20 Ottobre 2018 16:39

IL DIRITTO DI CONTARE regia di Theodore Melfi

(Lunedì 22 ottobre, ore 18, sala Contaldo)

Recensione di Roberta Lisi

 

Film drammatico del 2017 ha ottenuto una tripletta di candidature  tanto ai Premi Oscar, quanto ai Golden Globes, senza dimenticare quella presso la prestigiosa Bafta  (British Academy of Film and Television Arts) e il successo al botteghino in Italia, dove ha incassato 2,9 milioni di euro. Il diritto di contare è una parabola di emancipazione femminile che sfoglia una pagina sconosciuta della NASA a cui si aggiunge la lotta quotidiana per il riconoscimento dei diritti civili degli afroamericani.

Il film mette in scena efficacemente il razzismo e il sessismo ordinario dei bianchi, concentrandosi sui drammi silenziosi che muovono la Storia in avanti e segue l'esplorazione spaziale americana attraverso lo sguardo di tre eroine intelligenti e ostinate che hanno cambiato alla loro maniera il mondo.

Nella Virginia segregazionista degli anni Sessanta, la legge non permette ai neri di vivere insieme ai bianchi. Uffici, toilette, mense, sale di attesa, bus sono rigorosamente separati: da una parte ci sono i bianchi, dall'altra i neri.

La NASA non fa eccezione: i neri hanno i loro bagni relegati in un'area lontana da tutto, bevono il loro caffè, sono considerati una “forza lavoro flessibile” di cui disporre a piacimento.

Katherine, Dorothy e Mary sono la brillante variabile che permette alla NASA di inviare un uomo in orbita e poi sulla luna. La prima matematica, la seconda supervisore di fatto (ma non ufficialmente) di un team di “calcolatrici” afroamericane e la terza aspirante ingegnere si battono contro le discriminazioni (sono donne e sono nere!), imponendosi  poco a poco sull'arroganza di colleghi e superiori. Confinate nell'ala ovest dell'edificio, finiscono per abbattere le barriere razziali con grazia e competenza.

I calcoli necessari all'esplorazione spaziale sono eseguiti manualmente dalle “colored computers”: un team di donne nere che “contando” aiutano i loro colleghi uomini a scrivere la Storia. Reclutate a buon mercato dalla NASA per volare più forte e più in alto, restano a terra e isolate. Lavoratrici indefesse e visionarie, le protagoniste del film devono provare due volte la propria competenza, messa in discussione dal genere e dal colore della pelle. A guidarle, sulla luna e in terra, c'è il “capo gruppo” Al Harrison per il quale la missione non ha colore, così come il genio: è al suo fianco che Katherine combatte contro la discriminazione, l'ingiustizia e trova l'equazione per toccare la luna con un dito.

(Fonti utilizzate: https://www.mymovies.it/film/2017/hiddenfigures/; http://www.cinemaesperiabastia.it/films/il-diritto-di-contare/)


Si ricomincia: il programma del nostro primo trimestre 2018-19 (con alcune piccole modifiche) PDF Stampa E-mail
Scritto da Beatrice Stasi   
Venerdì 28 Settembre 2018 16:29

E' con grande piacere che (ri)pubblichiamo (con alcune piccole modifiche) il primo programma del nostro nuovo anno accademico: per consentire a soci e interessati di organizzare meglio la loro partecipazione, siamo riusciti a inserire tutte le nostre attività fino a dicembre. Buon Nuovo Anno Accademico a tutti!

 

UNIVERSITA' POPOLARE ALDO VALLONE GALATINA

ottobre - dicembre 2018

Mercoledì 17 ottobre, ore 18, sala Contaldo Annibale Gagliani (giornalista e scrittore), Linguaggi contro l’omologazione culturale: impegno e disincanto in Pasolini, de André, Gaber e R. Gaetano; con letture teatrali di Beatrice Perrone e accompagnamento musicale di Luigi Mariano

Venerdì 19 ottobre, sala Contaldo ore 18: Ciclo Riscoperta del territorio, Raffaele Gorgoni (scrittore e giornalista Rai), Letture di viaggio e in viaggio / Il romanzo come guida.

Lunedì 22 ottobre, sala Contaldo 0re 18: cineforum Il diritto di contare di Teodhore Melfi. A cura di Roberta Lisi

Venerdì 26 ottobre, ore 19,00, Aula Magna Liceo Artistico di Galatina: La Busacca di Francesco Piccolo presenta L’uomo, la bestia e la virtù di Luigi Pirandello.

Lunedì 29 ottobre, sala Contaldo ore 18: Gina Affinito presenta Chi ama l'arte vive mille volte, laboratorio esperienziale attraverso le arti visive.

Lunedì 5 Novembre, ore 18 sala Contaldo : cineforum Gifted- Il dono del talento di Marc Webb, a cura di Roberta Lisi

venerdì 9 novembre, sala Contaldo ore 18: Alberto Nutricati (“Gazzetta del Mezzogiorno”) presenta il libro di Enrico Mauro (Unisalento) I pesci e il pavone. Contro la valutazione meritocratica della ricerca scientifica. Sarà presente l’autore.

Lunedì 12 novembre, ore 18,00, Sala Contaldo: dott. Luca Mendrino (Unisalento), "Verso la cuna del mondo".  L'India nelle lettere di Gozzano.

Venerdì 16 novembre, ore 18,00, Sala Contaldo: prof. Francesco Giannachi (Unisalento), L'immagine di Bisanzio nel cinema del XX sec. e nelle serie televisive contemporanee.

Lunedì 19 novembre, ore 18,00, Sala Contaldo: Elisa Albano, Sessione interattiva di tecnica KE (Cantieri esperiemozionali)

Venerdì 23 novembre, ore 18,00, Sala Contaldo: ciclo Relatori in erba, dott.ssa Carmen Costanza (Unisalento), Dante: per memoriam, «ad statum felicitatis».

Domenica 25 novembre, Escursione d’autunno: Tra Oria e Manduria (con la guida del prof. Paolo Sansò). Seguirà programma dettagliato.

Venerdì 30 novembre, ore 19,00, Aula Magna Liceo Artistico di Galatina: L’ Associazione culturale e musicale "Tramoontana” presenta Il Gigante. La vita nel carbone

Lunedì 3 dicembre, sala Contaldo, ore 18,00: cineforum Wonder di Stephen Chbosky a cura di Roberta Lisi

Lunedì 10 dicembre, ore 18,00, Sala Contaldo: proff. Anna Stomeo e Pietro Paolo Protopapa (Associazione Itaca min fars hus), Facciamo rete: i progetti di un’associazione tra cultura, teatro e territorio

Venerdì 14 dicembre, ore 18,00, Sala Contaldo: Mario Nanni (ANSA) e Sondra Dall’Oco (Unisalento) dialogano sul libro Il curioso giornalista.

Lunedì 17 dicembre, ore 18,00, Sala Contaldo: ciclo riscoperta del Territorio, dott.ssa Giovanna Maria Paiano (Unisalento, Scuola di Placetelling), Tra Galatina, le Tremiti e Roma: le esperienze di una placeteller

Venerdì 21 dicembre, ore 19,00, Aula Magna Liceo Artistico di Galatina: La Libera Compagnia Cultura Teatro Arte di Aradeo presenta Si chiamava Gesù (libero adattamento della Buona Novella di Fabrizio de André).

 

 

 

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (programma ottobre-dicembre2018def.pdf)programma ottobre-dicembre2018def.pdf 472 Kb

Festa dei Nonni 2018: tornano "Le bisbetiche indomabili" PDF Stampa E-mail
Scritto da Beatrice Stasi   
Giovedì 27 Settembre 2018 19:23

di Marinella Olivieri

L’Università Popolare “A.Vallone di Galatina insieme al Circolo ARCI  Levèra di Noha ha il piacere di invitarvi  martedì 2 Ottobre alle ore 19:30  ad assistere ad una performance dal titolo Le Bisbetiche indomabili,  scritta e diretta dal maestro Michele Bovino. Questa commedia brillante è frutto del Laboratorio teatrale che l’Università Popolare galatinese affida da anni, con grande successo, alla guida del Maestro Bovino, coadiuvato sul piano organizzativo dalla Tutor Matilde Diso.

Si è pensato di presentare nuovamente questa commedia al pubblico, in occasione della ricorrenza della festa dei nonni, proprio per rallegrare questa ricorrenza con un testo e una interpretazione divertente e, a tratti, esilarante.

Ecco a voi le protagoniste in ordine alfabetico: Ivana Antonica - Antonella De Luca - Pino De Martino -  Lucia De Pascalis - Matilde Diso - Franca Mangano - Adele Nassisi- Antonietta Romano – Anna Rita Tartarini - Vanda Torsello - Rosa Anna Valletta.

In occasione di questa rappresentazione, sarà possibile iscriversi o rinnovare la propria iscrizione all’Università Popolare Aldo Vallone con tariffe agevolate.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Bisbetiche indomabili.pdf)Bisbetiche indomabili.pdf 546 Kb

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 256
Torna su