Gli agoni sportivi in Aristofane Stampa
Storia e Cultura Antica
Scritto da Pietro Giannini   
Lunedì 15 Ottobre 2012 18:34

[in La commedia greca e la storia Atti del Seminario di studio Urbino, 18-20 maggio 2010, a cura di Franca Perusino e Maria Colantonio, EDIZIONI ETS,  Pisa 2012]

 

Una ricerca di questo genere non può avere che un punto di partenza: il Lessico agonistico di Aristofane del compianto Roberto Campagner. Questo lavoro offre una rassegna veramente ricca ed accurata dei riferimenti, reali e metaforici, alle varie gare sportive reperibili nelle commedie. Dalla ‘Introduzione’ al volume noi possiamo farci un’idea di quanto ampia fosse la conoscenza che Aristofane aveva delle varie specialità che costituivano il programma degli agoni sportivi e dei fatti ad essi correlati: il poeta adopera termini che appartengono al campo semantico della palestra, della lotta, del pancrazio, del pugilato, dell’equitazione, della corsa, del pentathlon. Le singole voci del lessico, poi, offrono una documentazione completa dei dati linguistici e scolîastici, con un commento che orienta, sia pure sommariamente, nella interpretazione dei singoli passi.

Non si vuole dunque in questa sede riprendere l’argomento, ma piuttosto indagare come il poeta considera i singoli agoni sportivi in quanto eventi storici, cui egli fa riferimento come fatti sia passati sia più o meno contemporanei. L’intento è quello di verificare in che modo i dati storici dei singoli agoni sono inseriti nel discorso comico. Il presupposto teorico è che “la deformazione a fini comici di un dato storico non significa alterazione o falsificazione; è assolutamente fuorviante sostenere che al poeta comico tutto era lecito in nome dello scherzo e del riso, anche la manipolazione della realtà” (Perusino).

[Continua a leggere l'allegato]

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (ARISTOFANE.pdf)ARISTOFANE.pdf 523 Kb