Mese Nuovo, Film Nuovo: il nostro cineforum di Febbraio Stampa
Scritto da Beatrice Stasi   
Domenica 03 Febbraio 2019 14:42

Come ogni primo lunedì del mese, lunedì 4 febbraio in Sala Contaldo si abbassano le luci e si condivide l'emozione di un film, come sempre scelto dalla sensibilità e dall'intelligenza critica di Roberta Lisi, che ci dona anche la recensione, qui pubblicata, per aiutarci a entrare nell'atmosfera. Buona lettura e buona visione a tutti!

Recensione DEAR JOHN

di ROBERTA LISI

 

 

regia: Lasse Hallstrom

Soggetto: Nicholas Sparks

Sceneggiatura: Jamie Linden

Musiche: Deborah Lurie

Scenografia: Kara Lindstrom

Interpreti: Channing Tatum, Amanda Seyfried

Durata: 105 min

Anno: 2010

 

L'amore vince ogni ostacolo!

L'amore, quello vero, quello con la A maiuscola, è l'aspirazione di tutti ma non tutti hanno la fortuna di incontrarlo.

Noi occidentali decidiamo di sposare il nostro grande amore, ma è sempre stato così? Ricordiamo i matrimoni di convenienza, quelli riparatori, quelli combinati... che fino a qualche tempo fa erano di uso comune anche da noi (ma che, forse, erano più solidi e duraturi di quelli attuali). Era un panorama complesso, in cui accanto a costruzioni-contratto che non contemplavano nemmeno l’esistenza dell’Amore, si trovavano talvolta miracoli di equilibrio in cui il matrimonio era la via per una felicità duratura.

Eppure, oggi che ci possiamo permettere il lusso del “matrimonio d’amore”, scopriamo, amaramente, che spesso “Amore” è solo una parola troppo inflazionata, che ha perso quel significato di “ donarsi e appartenersi”, di “condivisione e unicità”, di “armonia e costruzione” insieme per sempre...

E allora, l'amore, quello vero, esiste? Sì, esiste e ha tante facce: è amore quello verso i figli, è amore quello verso i genitori e i fratelli, è amore quello verso gli amici, è amore quello verso gli animali, è amore quello tra due esseri che decidono di trascorrere il loro tempo mortale insieme. L'amore resiste al tempo, agli avvenimenti della vita che ci portano lontano da quell'amore, come accade per i protagonisti del film ai quali non importa chi incontreranno sul loro cammino perchè nel loro cuore, anche a distanza di molto tempo, ci sarà sempre e soltanto quell'unico, vero, grande amore.