A rivederci. In presenza, Forse anche a distanza. Ma sempre attivi. E comunque uniti.
Il nostro Anno Accademico è finito, come sempre, con l'arrivo dell'estate, anche se il contemporaneo "sbiancamento" della nostra Regione e la possibilità, finalmente, di organizzare incontri in... Leggi tutto...
Link per rivedere la conferenza di Marcello Aprile
Ed ecco anche il link per rivedere la conferenza di Marcello Aprile... https://www.facebook.com/universitapopolare.avallone.3/videos/579035319735696 
Link per rivedere la conferenza di Maria Luisa Quintabà
Ecco il link per rivedere l'interessante conferenza di Maria Luisa Quintabà: buona visione a tutti! https://www.facebook.com/universitapopolare.avallone.3/videos/578470189792209 
Programma febbraio 2021
Programma Febbraio 2021 Giovedì 4 febbraio, ore 18,00 – Prof. Mario Capasso (papirologo, Università del Salento), Un giallo in Egitto. Conversazione sul romanzo “Il dr. Cavendish e il... Leggi tutto...
Memorie Narranti: l'Università Popolare aderisce all'iniziativa del Patto per la Lettura in occasione della giornata della memoria
Si riproduce il comunicato ufficiale sull'evento: MEMORIE NARRANTI – Giornata della memoriaIn occasione della Giornata della memoria, celebrata a livello internazionale il 27 gennaio, il Patto... Leggi tutto...
Home
Programma di Gennaio 2020 PDF Stampa E-mail
Scritto da Beatrice Stasi   
Mercoledì 08 Gennaio 2020 08:26

UNIVERSITA' POPOLARE ALDO VALLONE GALATINA

Venerdì 10 gennaio, sala Contaldo, ore 18,00 - Anna Dimitri (cantante e attrice), Artisti al bando: anteprima.

Lunedì 13 gennaio, ore 18,00, Sala Contaldo – cineforum: Il sapore del successo, a cura di Roberta Lisi

Venerdì 17 gennaio, ore 18,00, Sala Contaldo - dott.ssa Irene Abigail Piccinini, Il mestiere del traduttore

Lunedì 20 gennaio, ore 18,00, Sala Contaldo - dott. Alberto Nutricati («La Gazzetta del Mezzogiorno»), L'attualità delle fiabe: viaggio tra culture locali e simboli universali

Venerdì 24 gennaio, ore 18,00, Sala Contaldo - ciclo «Corpore sano»: dott. Antonio Antonaci, Il termalismo, fenomeno sociale, dall’impero romano ai nostri giorni

Lunedì 27 gennaio, ore 18,00, Sala Contaldo - Oltre l’indifferenza: reading sulla giornata della memoria, a cura del Laboratorio Teatrale dell’Università Popolare, diretto dal maestro Michele Bovino.

Venerdì 31 gennaio, ore 18,00, Sala Contaldo - dott. Raffaele Gorgoni (scrittore e giornalista), Variazioni sul mito tra Casole e Babele. Dialogano con l’autore il prof. Mario Spedicato (Università del Salento) e Beatrice Stasi (Università del Salento).


Percorsi Meridiani, Comune di Galatina e Unipop per Zimara, filosofo e medico galatinese PDF Stampa E-mail
Scritto da Beatrice Stasi   
Sabato 04 Gennaio 2020 08:49

Comunicato stampa

Con il patrocinio ed il supporto del Comune di Galatina, in partenariato con l’Università Popolare “Aldo Vallone” della città, l’Associazione Percorsi Meridiani propone un evento dedicato al grande filosofo e medico Marco Antonio Zimara, vissuto tra la fine del 1400 ed i primi tre decenni del 1500.

La cittadinanza salentina è invitata per domenica 5 gennaio 2020, alle h. 18.00, a Galatina, presso l’ex Convento delle Clarisse, in Piazzetta Galluccio, a partecipare all’incontro dedicato alla fama raggiunta dal filosofo e dalla sua operetta più conosciuta in Europa.

L’iniziativa non è dedicata e rivolta ai soli specialisti o cultori della disciplina; dopo i saluti istituzionali da parte di Marcello Amante Cristina Dettù e Nicola Fiore, introdurrà Beatrice Stasi, italianista e Presidente dell’Università Popolare “Aldo Vallone” e relazionerà Alberto Basset, Delegato alla Sostenibilità dell’Università del Salento, già Presidente della Società Europea di Ecologia; concluderà la serata l’intervento audio-visuale di Luca Carbone, curatore della ricerca e del volume sui Problemata dello Zimara. La serata sarà animata dalla lettura di alcuni dei quesiti zimariani, in più lingue europee, a cura del Laboratorio Teatrale dell’Università Popolare; saranno esposte alcune delle edizioni originali delle opere zimariane, provenienti da una collezione privata. Ai presenti verrà data omaggio copia del volume “Del Libro dei Problemi” di Marco Antonio Zimara Filosofo e Medico pubblicato per i tipi dell’Editrice Salentina.

Zimara, allievo tra gli altri del celebre Pomponazzi, addottoratosi a Padova, prima in filosofia e poi in medicina, vi divenne professore, cominciando inoltre un’intensa attività ‘autoriale’ ed ‘editoriale’.

Lasciata Padova, per i gravi disordini politici, riparò nella città di nascita, allora S. Pietro in Galatina, dove si ammogliò, per spostarsi poi verso la capitale del Regno: fu professore a Salerno, a Napoli (fino al 1523), a Roma (1524), e finalmente, nonostante l’avversione nutrita per lui dal futuro Cardinal Pietro Bembo, di nuovo a Padova dal 1525 al 1528. Le sue opere saranno studiate a fondo ed ampiamente utilizzate nei decenni immediatamente successivi da uno dei più grandi umanisti fiorentini del tempo: Benedetto Varchi. Conosciamo 13 edizioni dei ‘dottissimi’ Theoremata, e 14 invece ne contiamo della famosa “Tabula dilucidationum in dictis Aristotelis et Averrois”, un lessico proto-enciclopedico, composto di circa 20.000 lemmi, quasi tutti tratti dalle opere di Aristotele ed Averroè. Tuttavia la diffusione e la ‘gloria’ del nome dello Zimara – uno di quelli che insieme a Nettario di Casole, a Droso di Aradeo, a Sergio Stiso di Zollino, al Galateo di Galatone, ai De Balmes di Lecce, al Vanini di Taurisano, per citarne solo alcuni, concorre a comporre il grande mosaico culturale di Terra d’Otranto –  è legata soprattutto al Libello dei Problemi: 107 quesiti, composti nella scia della tradizione dei libri di problemi (risalente alla prima scuola aristotelica) che vennero editi per la prima volta a Venezia, postumi, nel 1536, insieme ad una raccolta di “perché”, attribuita allo stesso Aristotele. Il trattatello ebbe fortuna editoriale immensa: se ne contano almeno 116 edizioni in Europa, tra il 1536 ed il 1690 circa, in tutte le principali lingue europee, latino, inglese, francese, tedesco. In inglese poi la sua diffusione continuò per l’intero 1700, sino a ‘sbarcare’ anche negli Stati Uniti, in edizioni rinvenute sino ai primi due decenni dell’Ottocento.

Ignoriamo ancora la data ed il luogo della morte di Marco Antonio Zimara, ma non possiamo ignorare che per decenni e secoli, parafrasando l’Arcudi, “Per tutte le strade d’Europa giornalmente risuonava il nome di Marc’Antonio Zimara ed adornava tutte le biblioteche”.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Zimara locandina.jpg)Zimara locandina.jpg 864 Kb

Un Puzzle Book per fare rete PDF Stampa E-mail
Scritto da Beatrice Stasi   
Mercoledì 06 Novembre 2019 19:30

“Fare rete” è la filosofia della nostra associazione e questo dà vita a progetti condivisi con altre realtà fondate sulla cooperazione, il confronto, lo scambio di idee.

I ragazzi del Servizio Civile Universale “In Reading 2017” e Roberta Lisi, responsabile del nostro Laboratorio di pittura, hanno lavorato insieme nel progetto “PUZZLE BOOK” in cui sono stati coinvolti tutti i bambini e i ragazzi delle scuole primarie di Galatina e frazioni.

A partire dalla lettura dei libri selezionati, sono stati realizzati e colorati dei grandi disegni, successivamente trasformati in puzzle che potranno essere riutilizzati, permettendo ad altri giovani lettori di giocare con le storie.

L'impegno intergenerazionale della nostra associazione non poteva forse trovare un modo più esplicito e colorato per manifestarsi...


Un fuori programma estivo di altissimo livello PDF Stampa E-mail
Scritto da Beatrice Stasi   
Lunedì 05 Agosto 2019 09:30

“E come il vento”: Maurizio Colonna e Davide Rondoni a Galatina per i 200 anni dell’Infinito leopardiano.

Anche a Galatina si celebrano i 200 anni dalla composizione della poesia L'infinito di Giacomo Leopardi, con un evento musicale e poetico di altissimo livello, inserito nella rassegna di iniziative culturali estive A cuore scalzo. Mercoledì 7 agosto, alle ore 21,30, nel suggestivo sfondo dell’ex Convento delle Clarisse in piazzetta Galluccio, un poeta e un promotore di poesia come Davide Rondoni e un chitarrista di fama internazionale come Maurizio Colonna alterneranno e armonizzeranno la diversa musicalità di parole e note in un percorso di avvicinamento all’infinito leopardiano, inseguendo mimeticamente la voce del vento evocata nella celeberrima poesia. Poeta in proprio, tradotto e conosciuto anche all’estero, consulente editoriale e direttore di collane di poesia presso diversi editori, Davide Rondoni è tra i fondatori del Centro di poesia contemporanea dell'Università di Bologna e direttore responsabile della rivista “ClanDestino”.

Considerato unanimemente uno dei più grandi chitarristi classici del nostro tempo, autore di libri storico-musicali e compositore tra i più rappresentativi ed eclettici di oggi, Maurizio Colonna ha raggiunto una popolarità mediatica anche internazionale grazie a numerose apparizioni televisive, da quella al Festival di Sanremo del 1996 alla partecipazione nel 2012 a un evento in mondovisione su Rai1 come One world, One Family, One Love, in presenza di Papa Benedetto XVI.

Introduce la serata Beatrice Stasi, docente universitaria di Letteratura italiana e Presidente dall’Università Popolare “Aldo Vallone” di Galatina che ha promosso l’iniziativa, in convenzione col Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università del Salento. Grazie all’illuminato contributo organizzativo del Comune di Galatina e al generoso mecenatismo degli sponsor, l’evento è a ingresso libero.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (E come il vento locandina.bmp)E come il vento locandina.bmp 1522 Kb

Una passeggiata culturale a Lecce tra convegni e mostre PDF Stampa E-mail
Scritto da Beatrice Stasi   
Giovedì 02 Maggio 2019 11:04

Con piacere pubblichiamo il programma di una iniziativa senza precedenti della nostra Associazione, che prevede la partecipazione a un seminario di studi sul teatro di Pirandello, un tour guidato del Monastero degli Olivetani e della Chiesa annessa e, per finire in bellezza, la visita della mostra di Van Gogh in un altro magnifico monastero leccese, quello degli Agostiniani:

A Lecce tra Olivetani e Agostiniani in compagnia di Pirandello e Van Gogh

lunedì 6 maggio 2019

 

h14,10: partenza con il pullman (19 posti) o con i propri mezzi dal piazzale antistante la Chiesa di San Sebastiano in Galatina.

h15,00: arrivo a Lecce presso il convento degli Olivetani. Caffè di benvenuto e Seminario Pirandelliano in collaborazione col Dipartimento di Studi Umanistici.

h17,30: visita del Monastero degli Olivetani con guida dell'Università del Salento e della chiesa S.S. Niccolò e Cataldo con guida del FAI (orari soggetti a modifiche sulla base della disponibilità delle guide)

h19,00:  visita alla mostra multimediale di Van Gogh presso il convento degli agostiniani.

h21,00: rientro a Galatina

Costo pullman € 8

Costo biglietto ingresso mostra Van Gogh €10/12

Si allega la locandina del seminario pirandelliano, alla cui sessione pomeridiana assisteranno tutti i soci dell'Università Popolare interessati.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (PIRANDELLOlocandina def.pdf)PIRANDELLOlocandina def.pdf 666 Kb

Programma aggiornato del mese di maggio. PDF Stampa E-mail
Scritto da Beatrice Stasi   
Lunedì 29 Aprile 2019 15:20

Ripubblichiamo il programma di maggio con una bella integrazione, che ci permette di proporre una suggestiva perfomarce teatrale di Marco Graziuso alla quale avevamo dovuto rinunciare nei mesi passati.

Programma attività maggio 2019

 

Venerdì 3 maggio, ore 18, sala Contaldo: cineforum Non ci resta che vincere

Lunedì 6 maggio, ore 15, Monastero degli Olivetani: Seminario pirandelliano in collaborazione col Dipartimento di Studi Umanistici e visita del Monastero degli Olivetani (segue programma)

Venerdì 10 maggio, ore 18, sala Contaldo: prof.ssa Patrizia Guida (Unisalento), Donne in viaggio

Lunedì 13 maggio, ore 18, sala Contaldo: ciclo «Corpore sano», dott.ssa Maria De Giovanni, Sulle orme della sclerosi multipla. La Rinascita

Venerdì 17 maggio, ore 18, sala Contaldo: ciclo «La scoperta del territorio», Ennio De Filippo (Presidente dell’Associazione Primula), Le torri costiere del Salento

Lunedì 20 maggio, ore 18, sala Contaldo: prof.ssa Annarita Miglietta (Unisalento), Calo la pasta o butto giù la pasta? Tra le pieghe dell'italiano regionale salentino

Venerdì 24 maggio, ore 18, Chiostro del Palazzo della Cultura: Le lacrime di Achille, performance teatrale di Marco Graziuso

Lunedì 27 maggio, ore 18, sala Contaldo: ciclo «Corpore sano», dott.ssa Elisa Albano, Le storie. Valore catartico ed educativo delle narrazioni

Venerdì 31 maggio, ore 18, sala Contaldo: cineforum, La ragazza dei tulipani

 

Info: cell 324 742 9791

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Programma maggio 2019 aggiornato.pdf)Programma maggio 2019 aggiornato.pdf 349 Kb

Programma aprile 2019 e precisazione sullo spettacolo teatrale di marzo PDF Stampa E-mail
Scritto da Beatrice Stasi   
Domenica 24 Marzo 2019 08:08

Nel pubblicare il programma delle nostre attività nel mese di aprile, si coglie l'occasione per precisare che, diversamente da quanto indicato in precedenza, venerdì 29 marzo la Busacca di Francesco Piccolo rappresenterà per noi Il malato immaginario di  Molière (locandina in allegato).

Programma attività aprile 2019

 

Lunedì 1° aprile, ore 18, sala Contaldo: prof. Giancarlo Vallone (Unisalento) presenta il libro del prof. Salvatore Barbagallo (Unisalento), La guerra di Messina 1674-1678. «Chi protegge li ribelli d'altri principi, invita i propri a' ribellarsi».

Venerdì 5 aprile, ore 18, sala Contaldo: dott. Michele Cuppone, La Natività di Caravaggio:la  sfortuna di un capolavoro.

Lunedì 8 aprile, ore 18, sala Contaldo: prof. Vincenzo Mello, Fiera Internazionale di Floricoltura My Plant&Garden a Milano.

Venerdì 12 aprile, ore 18, sala Contaldo: Ciclo Corpore Sano, dott. Luigi Tagliaferro (Dirigente medico ospedale Vito Fazi ,Lecce), Le epatiti virali: conoscerle per prevenirle.

Lunedì 15 aprile, ore 18, sala Contaldo: dott.ssa Elisa Albano, Le storie. Valore catartico ed educativo delle narrazioni..

Venerdì 26 aprile, Aula Magna Liceo Artistico, ore 19: La Busacca di Francesco Piccolo presenta L'uomo, la bestia e la virtù di Luigi Pirandello.

Lunedì 29 aprile, ore 18, sala Contaldo: Assemblea dei soci

 

 

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Locandina malato immaginario.png)Locandina malato immaginario.png 3636 Kb
Scarica questo file (Programma aprile 2019completo.pdf)Programma aprile 2019completo.pdf 366 Kb

Programma febbraio-marzo 2019 PDF Stampa E-mail
Scritto da Beatrice Stasi   
Mercoledì 30 Gennaio 2019 16:51

UNIVERSITA' POPOLARE ALDO VALLONE GALATINA

Programma attività febbraio-marzo 2019

 

Venerdì 1° febbraio, ore 18, sala Contaldo: Prof. Fernando Fiorentino, Giustizia, verità e amore nel pensiero di S. Tommaso

Lunedì 4 febbraio, ore 18, sala Contaldo: Dear John, cineforum a cura di Roberta Lisi

Venerdì 8 febbraio, ore 18, sala Contaldo: ciclo riscoperta del Territorio, prof. Paolo Sansò (Unisalento), La scienza che scoprì il tempo. Variazioni climatiche

Lunedì 11 febbraio, ore 18, sala Contaldo: prof. Antonio Marzo (Unisalento), Sublime e comico nella letteratura italiana

Venerdì 15 febbraio, ore 18, sala Contaldo: prof.ssa Samuela Pagani (Unisalento), Libertà e spiritualità nella cultura araba

Lunedì 18 febbraio, ore 18, sala Contaldo: ciclo riscoperta del Territorio, dott.ssa Giovanna Maria Paiano (Unisalento, Scuola di Placetelling), Tra Galatina, le Tremiti e Roma: le esperienze di una placeteller

Venerdì 22 febbraio, Aula Magna Liceo Artistico, ore 19: La Compagnia Theatrum diretta da Raffaele Margiotta presenta Virgole di teatro e musica – Ridere è il bisogno dell’anima

Lunedì 25 febbraio, ore 18, sala Contaldo: ciclo Corpore sano, dott.ssa Elisa Albano, Esercizi quotidiani per allenarsi a una felicità possibile

Venerdì 1° marzo, ore 18, sala Contaldo: Assemblea dei soci.

Lunedì 4 marzo, ore 18, sala Contaldo: Big eyes, cineforum a cura di Roberta Lisi

Venerdì 8 marzo, ore 18, sala Contaldo: prof.ssa Patrizia Guida (Unisalento), Donne in viaggio

Lunedì 11 marzo, ore 18, sala Contaldo: prof. Pietro Giannini (emerito Unisalento) presenta il libro di Pasquale Geusa, Appannate visioni

Venerdì 15 marzo, ore 18, sala Contaldo: avv. Cosimo Cascione, Diritti dei minori nella separazione tra coniugi

Lunedì 18 marzo, ore 18, sala Contaldo: ciclo riscoperta del Territorio, Tommaso Margari, Il mistero della guglia orsiniana: teomagia di Messer Matteo Tafuri.

Venerdì 22 marzo, ore 18, sala Contaldo: ciclo riscoperta del Territorio, dott.ssa Valentina Pagano, L'insediamento medievale di Tabelle.

Lunedì 25 marzo, ore 18 Sala Contaldo: Prof. Giovanni Marchese, Callimaco e la poesia in età Ellenistica.

Venerdì 29 marzo, Aula Magna Liceo Artistico, ore 19: La Busacca di Francesco Piccolo presenta L'avaro di Molière.

Domenica 31 marzo: Gita culturale: Insediamento medievale del borgo di Tabelle tra Galatina-Galatone a cura della dott.ssa Valentina Pagano e con la presenza di Paolo Sansò (segue  programma)

Info: cell 324 742 9791

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Programma unico febbraio-marzo 2019.pdf)Programma unico febbraio-marzo 2019.pdf 104 Kb

Dittico teatrale per il Natale dell’Università Popolare Aldo Vallone di Galatina PDF Stampa E-mail
Scritto da Beatrice Stasi   
Giovedì 20 Dicembre 2018 08:45

Nel fitto calendario di iniziative per il periodo natalizio varato dall’Amministrazione cittadina, non potevano mancare alcuni eventi targati Università Popolare Aldo Vallone. Li accomuna un carattere teatrale che cerca di rispondere agli interessi di tanti nostri soci e amici. Il primo, intitolato C’è troppo Natale, è programmato per giovedì 20 dicembre, alle ore 18, presso la Sala Contaldo del Palazzo della Cultura cittadino e prevede la partecipazione di tutti gli iscritti al nostro Laboratorio Espressivo Teatrale, diretto dal maestro Michele Bovino e coordinato dalla tutor Matilde Diso. Al termine dell’evento poetico/performativo, che prevede la recitazione di testi poetici da Jacopone da Todi a Don Tonino Bello, è previsto un festoso momento per lo scambio degli auguri natalizi tra tutti i presenti.

Il giorno successivo, venerdì 21 dicembre, l’appuntamento è invece presso l’Auditorium del Liceo Artistico cittadino, alle ore 19, per il terzo evento della nostra rassegna teatrale organizzata insieme all’I.I.S.S. Pietro Colonna di Galatina. In perfetta sintonia con il clima natalizio, il recital della Libera Compagnia Cultura Teatro Arte di Aradeo, intitolato Si chiamava Gesù e incentrato sulle figure di Maria e Gesù di Nazareth, si ispira a un classico della musica d’autore italiana come La buona novella di Fabrizio De André. Chitarra, voce e regia sono del Maestro Michele Bovino, mentre la voce narrante è quella di Adele Caggia.

Come sempre, l'invito a partecipare non è riservato ai soli soci, ma a tutta la cittadinanza.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (locandina 21 dicembre.jpg)locandina 21 dicembre.jpg 111 Kb
Scarica questo file (Locandina 20 dicembre.jpg)Locandina 20 dicembre.jpg 130 Kb

Wonder al cineforum dell'Università Popolare: lunedì 3 dicembre, ore 18 PDF Stampa E-mail
Scritto da Beatrice Stasi   
Domenica 02 Dicembre 2018 14:35

Anche questo mese cominciamo le nostre attività con un film e anche questa volta Roberta Lisi, le cui scelte cinematografiche continuano a intercettare con grande sensibilità i gusti e le aspettative del nostro pubblico, ha voluto scrivere una recensione che anticipi informazioni e chiave di lettura, in modo da rendere più godibile il nostro appuntamento cinematografico. Grazie a Roberta e buona lettura e buona visione a tutti!

WONDER

recensione di Roberta Lisi

 

 

Soggetto: R.J.Palacio

Regia: Stephen Chbosky

Musiche : Marcelo Zarvos

Scenografia: Kalina Ivanov.

Interpreti: Julia Roberts,Owen Wilson,Jacob Tremblay, Izabella Vidovic

Anno 2017

Durata 113 min

Genere: drammatico

Mai giudicare qualcuno dal suo aspetto.

 

Un bambino con la Sindrome di Treacher Collins (malattia congenita dello sviluppo cranio-facciale) ci porta in un mondo parallelo, un mondo fatto di persone “speciali” e uniche.  Certo ognuno di noi lo è, unico e speciale, con le proprie esigenze, i propri pensieri e desideri... ma quando la diversità è un'evidente condizione fisica il disagio emotivo è inevitabile sia per chi guarda che per chi è guardato.

Scontrarsi con il bullismo, dimostrare la propria intelligenza, scoprire il valore dell'amicizia, quella vera, fanno di questa pellicola un film profondo che si avvale di una sceneggiatura volutamente leggera e accattivante.

Un film che insegna che le apparenze non sono la realtà: ci si immedesima facilmente con la figura forte e indipendente della sorella maggiore, che accetta il fratello e lo ama così come è. Ma è veramente così, lei, o è una ragazzina fragile che si sente messa da parte dai genitori concentrati sulle necessità oggettivamente urgenti del fratellino?

Un compagno di scuola che fa il bullo, il viziato, il figlio di papà... non gli manca davvero niente per attirare subito tutta la nostra antipatia e il nostro biasimo. Ma è veramente così, lui, o è succube  di una madre conformista  e povera di sentimenti che elimina con Photoshop la sagoma del bambino “deforme” dalla foto di gruppo perché gli ospiti non debbano chiederle di quel bambino?

La stessa cosa può essere guardata da più prospettive assumendo forme e dimensioni diverse ma rimane sempre la stessa cosa.

Perciò insegniamo ai nostri figli, ai nostri nipoti, che se rideremo di un bambino “speciale” lui riderà con noi, perché la sua innocenza è più grande della nostra stupidità.

 

 

 

Gentile studente,

Le invio in allegato il testo, da me rivisto, del Suo elaborato. Il voto complessivo è evidenziato in verde in cima alla prima pagina. Ho evidenziato nel corpo del testo in giallo e in rosso eventuali punti critici più (rosso) o meno (giallo) gravi del Suo discorso; in verde alcuni miei rari interventi diretti sul testo. In margine troverà anche alcuni commenti o suggerimenti.

Dato l'esito positivo della prova scritta, durante la prova orale Lei sarà esonerata da domande concernenti il commento del testo dantesco offerto a lezione (ma non dalle domande relative alla semplice parafrasi del testo).

Resto a Sua disposizione durante l'orario di ricevimento per ogni ulteriore chiarimento. Il voto sarà ovviamente tenuto presente nella valutazione finale in sede di esame, ma non necessariamente in base a una precisa media matematica. La possibilità di ottenere il punteggio massimo (30 e lode) non è infatti preclusa se il candidato ottiene all'elaborato scritto una valutazione pari o superiore a 27.

Colgo l’occasione per ricordare a chi non lo avesse ancora fatto che, per chi intende presentarsi all’esonero del 12 dicembre, è necessario prenotarsi tramite mail.

Un cordiale saluto,

Beatrice Stasi


<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 256
Torna su