A rivederci. In presenza, Forse anche a distanza. Ma sempre attivi. E comunque uniti.
Il nostro Anno Accademico è finito, come sempre, con l'arrivo dell'estate, anche se il contemporaneo "sbiancamento" della nostra Regione e la possibilità, finalmente, di organizzare incontri in... Leggi tutto...
Link per rivedere la conferenza di Marcello Aprile
Ed ecco anche il link per rivedere la conferenza di Marcello Aprile... https://www.facebook.com/universitapopolare.avallone.3/videos/579035319735696 
Link per rivedere la conferenza di Maria Luisa Quintabà
Ecco il link per rivedere l'interessante conferenza di Maria Luisa Quintabà: buona visione a tutti! https://www.facebook.com/universitapopolare.avallone.3/videos/578470189792209 
Programma febbraio 2021
Programma Febbraio 2021 Giovedì 4 febbraio, ore 18,00 – Prof. Mario Capasso (papirologo, Università del Salento), Un giallo in Egitto. Conversazione sul romanzo “Il dr. Cavendish e il... Leggi tutto...
Memorie Narranti: l'Università Popolare aderisce all'iniziativa del Patto per la Lettura in occasione della giornata della memoria
Si riproduce il comunicato ufficiale sull'evento: MEMORIE NARRANTI – Giornata della memoriaIn occasione della Giornata della memoria, celebrata a livello internazionale il 27 gennaio, il Patto... Leggi tutto...
Home Università Popolare Rassegna stampa Comunicato stampa Convegno su Aldo Bello a Galatina
Comunicato stampa Convegno su Aldo Bello a Galatina PDF Stampa E-mail
Rassegna stampa
Giovedì 06 Febbraio 2014 18:12

Venerdì 31 gennaio 2014, alle h. 18.00, l’Università Popolare “Aldo Vallone” di Galatina ricorderà Aldo Bello, importante figura di giornalista, narratore e saggista salentino, con un Convegno di studi intitolato Ricordo di Aldo Bello, a cui parteciperanno Sergio Bello, Antonio Errico, Maurizio Nocera, Cosimo Mudoni, Teo Pepe. Coordina Gianluca Virgilio.

Aldo Bello (1937-2011) ha operato dal 1976 come inviato speciale del GR1, poi come caporedattore dei servizi speciali e responsabile della messa in onda dei radiogiornali del mattino. Ha realizzato reportages e corrispondenze dall’Italia e dal mondo come inviato di guerra e come esperto di terrorismo e di mafie presenti in tutti gli scacchieri planetari.

Nel 1991 è alla direzione di Televideo RAI. Dal 1994 al 2011 ha diretto la rivista Apulia. Ricordiamo che due sono state le direttrici dell’opera saggistica di Aldo Bello: il Mezzogiorno d’Italia e la sua esperienza di giornalista.

Alla questione meridionale ha dedicato, nel lontano 1968, un saggio Terzo Sud; Poeti del Sud, del 1973, rappresenta invece un primo tentativo di raccogliere in maniera organica le voci poetiche del Mezzogiorno.

Nel 1985 ha pubblicato Amare contee, un ritratto della regione Puglia tratteggiato attraverso interviste con alcuni dei più significativi figli di queste terre: Laterza, Bene, Arbore, Modugno, Mennea e molti altri.

Sulla scorta delle esperienze giornalistiche percorre dall’interno gli itinerari teorici e operativi dei gruppi eversivi dell’ultra sinistra in L’idea armata del 1981. Alle esperienze di viaggio e di guerre nel Medio Oriente dedicherà Passo d’Oriente del 1992. Alla tematica delle difficili relazioni tra culture e religioni orientali ed occidentali dopo Ground Zero è invece indirizzato Il salice e l’Imam (2001).

Sul fronte della narrativa, si è cimentato inizialmente con la forma del racconto breve (“Il sole muore” del 1973, poi riedito con revisioni ed integrazioni come “Le lune e riobò” nel 1978); in seguito, con il romanzo “La mattanza” (1973) è stato finalista per la narrativa – opera prima – al Premio Viareggio.

Il Convegno si terrà presso la sede dell’Università Popolare Aldo Vallone di Galatina, in Piazza Alighieri 51 (c/o il Museo civico Pietro Cavoti). Per info consulta il sito www.unigalatina.it o telefona al numero 3247429791.


Torna su