Programma maggio 2022
Università Popolare “Aldo Vallone” Anno accademico 2021-2022 Programma di Maggio 2022 Mercoledì 4 maggio, ore 18:30, Sala Convegni dell’ex Monastero delle Clarisse: dott. Massimo Graziuso,... Leggi tutto...
Convocazione Assemblea dei Soci 22 aprile 2022
Convocazione Assemblea dei Soci   L’Assemblea dei Soci è convocata nella Sala Convegni dell’ex Monastero delle Clarisse venerdì 22 aprile alle ore 16,00 in prima convocazione e 17,00 in... Leggi tutto...
Programma Aprile 2022
Università Popolare “Aldo Vallone” Anno accademico 2021-2022 Programma di Aprile 2022 ●       Venerdì 1 aprile, ore 17:00, Officine di Placetelling - L’Università del Salento... Leggi tutto...
Immagine
Inaugurazione Anno accademico 2021-2022
Venerdì 22 ottobre alle ore 18:00, nell’ex Convento delle Clarisse in piazza Galluccio, avrà luogo l’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università Popolare “Aldo Vallone”:... Leggi tutto...
A rivederci. In presenza, Forse anche a distanza. Ma sempre attivi. E comunque uniti.
Il nostro Anno Accademico è finito, come sempre, con l'arrivo dell'estate, anche se il contemporaneo "sbiancamento" della nostra Regione e la possibilità, finalmente, di organizzare incontri in... Leggi tutto...
Home I mille racconti I mille racconti FAVOLE di EVGENIJ PERMJAK 36. Il primo pesciolino
FAVOLE di EVGENIJ PERMJAK 36. Il primo pesciolino PDF Stampa E-mail
I mille racconti
Domenica 05 Ottobre 2014 12:09

Traduzione di Tatiana Bogdanova Rossetti

 

Jurij viveva in una grande, affiatata famiglia. In questa famiglia tutti lavoravano. Soltanto Jurij non lavorava. Jurij era un bambino di appena cinque anni.

Una volta, durante un fine settimana, tutta la famiglia di Jurij era andata in riva al fiume per pescare e cucinare una zuppa di pesce. Tutti insieme pescarono tanto pesce e diedero tutto alla nonna. Anche Jurij aveva pescato un pesciolino: un'acerina, che diede alla nonna per la zuppa.

La nonna cucinò la zuppa di pesce. Tutta la famiglia si sedette in riva al fiume attorno al paiolo. Mangiarono e non smisero di lodare la zuppa: «La zuppa di pesce è tanto buona, perché il nostro Jurij è riuscito ad acchiappare una acerina bella grossa. Il brodo di pesce della zuppa è venuto tanto denso e saporito, perché dentro c'è una bella acerina che dà sapore e grasso del pesce, persino più di un pescegatto.»

Jurij, pur essendo piccolo, comprendeva che gli adulti stavano scherzando. Che densità e sapore può dare al brodo una piccolissima acerina? Tuttavia gioiva. Gioiva, perché nella ricca zuppa di pesce della famiglia c'era anche un suo piccolo, piccolo pesciolino.


Torna su