A rivederci. In presenza, Forse anche a distanza. Ma sempre attivi. E comunque uniti.
Il nostro Anno Accademico è finito, come sempre, con l'arrivo dell'estate, anche se il contemporaneo "sbiancamento" della nostra Regione e la possibilità, finalmente, di organizzare incontri in... Leggi tutto...
Link per rivedere la conferenza di Marcello Aprile
Ed ecco anche il link per rivedere la conferenza di Marcello Aprile... https://www.facebook.com/universitapopolare.avallone.3/videos/579035319735696 
Link per rivedere la conferenza di Maria Luisa Quintabà
Ecco il link per rivedere l'interessante conferenza di Maria Luisa Quintabà: buona visione a tutti! https://www.facebook.com/universitapopolare.avallone.3/videos/578470189792209 
Programma febbraio 2021
Programma Febbraio 2021 Giovedì 4 febbraio, ore 18,00 – Prof. Mario Capasso (papirologo, Università del Salento), Un giallo in Egitto. Conversazione sul romanzo “Il dr. Cavendish e il... Leggi tutto...
Memorie Narranti: l'Università Popolare aderisce all'iniziativa del Patto per la Lettura in occasione della giornata della memoria
Si riproduce il comunicato ufficiale sull'evento: MEMORIE NARRANTI – Giornata della memoriaIn occasione della Giornata della memoria, celebrata a livello internazionale il 27 gennaio, il Patto... Leggi tutto...
Home I mille racconti I mille racconti FAVOLE di EVGENIJ PERMJAK 36. Il primo pesciolino
FAVOLE di EVGENIJ PERMJAK 36. Il primo pesciolino PDF Stampa E-mail
I mille racconti
Domenica 05 Ottobre 2014 12:09

Traduzione di Tatiana Bogdanova Rossetti

 

Jurij viveva in una grande, affiatata famiglia. In questa famiglia tutti lavoravano. Soltanto Jurij non lavorava. Jurij era un bambino di appena cinque anni.

Una volta, durante un fine settimana, tutta la famiglia di Jurij era andata in riva al fiume per pescare e cucinare una zuppa di pesce. Tutti insieme pescarono tanto pesce e diedero tutto alla nonna. Anche Jurij aveva pescato un pesciolino: un'acerina, che diede alla nonna per la zuppa.

La nonna cucinò la zuppa di pesce. Tutta la famiglia si sedette in riva al fiume attorno al paiolo. Mangiarono e non smisero di lodare la zuppa: «La zuppa di pesce è tanto buona, perché il nostro Jurij è riuscito ad acchiappare una acerina bella grossa. Il brodo di pesce della zuppa è venuto tanto denso e saporito, perché dentro c'è una bella acerina che dà sapore e grasso del pesce, persino più di un pescegatto.»

Jurij, pur essendo piccolo, comprendeva che gli adulti stavano scherzando. Che densità e sapore può dare al brodo una piccolissima acerina? Tuttavia gioiva. Gioiva, perché nella ricca zuppa di pesce della famiglia c'era anche un suo piccolo, piccolo pesciolino.


Torna su