Programma maggio 2022
Università Popolare “Aldo Vallone” Anno accademico 2021-2022 Programma di Maggio 2022 Mercoledì 4 maggio, ore 18:30, Sala Convegni dell’ex Monastero delle Clarisse: dott. Massimo Graziuso,... Leggi tutto...
Convocazione Assemblea dei Soci 22 aprile 2022
Convocazione Assemblea dei Soci   L’Assemblea dei Soci è convocata nella Sala Convegni dell’ex Monastero delle Clarisse venerdì 22 aprile alle ore 16,00 in prima convocazione e 17,00 in... Leggi tutto...
Programma Aprile 2022
Università Popolare “Aldo Vallone” Anno accademico 2021-2022 Programma di Aprile 2022 ●       Venerdì 1 aprile, ore 17:00, Officine di Placetelling - L’Università del Salento... Leggi tutto...
Immagine
Inaugurazione Anno accademico 2021-2022
Venerdì 22 ottobre alle ore 18:00, nell’ex Convento delle Clarisse in piazza Galluccio, avrà luogo l’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università Popolare “Aldo Vallone”:... Leggi tutto...
A rivederci. In presenza, Forse anche a distanza. Ma sempre attivi. E comunque uniti.
Il nostro Anno Accademico è finito, come sempre, con l'arrivo dell'estate, anche se il contemporaneo "sbiancamento" della nostra Regione e la possibilità, finalmente, di organizzare incontri in... Leggi tutto...
Home
Sulla soglia PDF Stampa E-mail
Poesia
Martedì 12 Aprile 2011 17:19

I bambini morti e quelli uccisi dall’indifferenza


Cade la vita

dai giochi a nascondino

da notti strette al seno

da mani sullo sdentato sorriso

da occhi in gara di aquiloni,

 

cade senza rumore

e senza eco d’esistenza:

spogliata dall’ indifferenza

 

nella memoria si muove vuota

e confusa ombra insegue nel nulla

una voce per dare volto e corpo

all’anima che è stata bambina.

 

Un silenzio rumoreggia di colpe

le coscienze spettatrici del male

e una speranza stagna nei deboli sforzi

di offrire amore a chi dalla morte fugge.

 

 

 

La soglia


Forse la soglia appare di luce

ad occhi di sangue colmi,

a mani infisse in aghi,

a pelli in scossa di dolore:

e forse sembra di morte

ai festaioli in abuso di piacere,

 

ma la soglia c’è, nell’abbraccio

a passi immaturi di cammino,

a sorrisi di acerbe domande,

la soglia c’è,

è  altra Vita.

 

 

 

 

 

Sull’uscio


Sull’uscio scardinato e muri arresi

attende di capire lo stordito bimbo,

sciolte le manine da spavento,

esili le gambe immobili dentro scarpe

fuori misura, fuori tempo.

 

Dietro il suo pietroso sguardo gira

la miseria di adulti in affanno a raccattare

cocci utili rimasti dopo le bombe .

 

L’aria fuma la polvere

di spari, di diroccati sogni, di voragini

che inghiottono il sole, le risa, le corse,

i capricci e muti respingono i perché.

Vorrebbero fuggire i piedini

intrappolati nei dopo-sport immensi

ma una paura martella il cuore e frena

il sangue e il respiro e il moto di una gamba

dopo l’altra nel gioco felice che scendeva

per i viottoli del paese e la collina.

 

Ora la morte intorno piange e mette in pausa

fughe e scoppi per difendere l’ultimo segno

prima della soglia, che allinea ogni destino.

 

 

 

Il mare


Pare il mare scivolare senza regole,

libero di rispondere al cielo e segnare

i giorni con spuma impertinente,

oppure accarezzare con servile piacere

la sabbia, schiava dei suoi vortici

imprevedibili come la morte.

Pare l’acqua plasmarsi alla luce,

e ammorbidire le sue mani sul corpo

natante in abbandono di sensi,

pare innocuo quello scivolare

acqua su acqua, onda su onda,

ma dentro il mare come il cuore

conosce i dogmi del giorno,

le servitù al vento e al riciclo del sole,

i tormenti dei fondali sconosciuti all’aria

da secoli immoto pavimento per carcasse.

Pare tranquillo il mare, ma il suo dolore

è il dubbio di morire senza terra,

immerso nelle algide passioni di correnti

che ne fanno mostro e assassino,

mentre il suo anelito è un volo

di gabbiano su un’isola di ulivi.

 

Le prime tre poesie sono tratte da Sulla soglia, Lepisma Editore  Settembre 2010. Con la quarta Bozzetti si è collocata al 2° posto nel Concorso  poetico nazionale "Il mio mal superbo" 2011, 1°edizione (Monza e Brianza pensiero al femminile; associazioni Zeroconfini ONLUS e Cultural...mente).


Torna su